Danny Kent: una condanna a 4 mesi per rissa per il Campione della Moto3

Kent, dopo aver ammesso di essere stato in possesso di un coltello durante la lite, è stato condannato a quattro mesi di carcere, sospesi, poi, dalla condizionale di un anno, e al pagamento di 115 sterline alla vittima e di 85 per spese varie.

danny_kent

È Danny Kent, Campione del Mondo nella categoria Moto3 nel 2015, il protagonista di una lite con un uomo di 63 anni. Il pilota britannico è stato accusato dalla corte di Cheltenam di essere stato in possesso, durante la lite, di un coltello da cucina. Kent, dopo aver ammesso di aver avuto il coltello, è stato condannato a quattro mesi di carcere, sospesi, poi, dalla condizionale di un anno, e al pagamento di 115 sterline alla vittima e di 85 per spese varie.

Dall'accusa arriva il racconto della vicenda: mentre il 63enne si trovava a passeggio con il cane, ha udito chiasso da un condominio, accorgendosi di due uomini che stavano litigando (l'imputato e il fratello). Uno dei due ha attaccato il passante, ma l'uomo ha atterrato il giovane, bloccandolo. Vedendo la scena, l'imputato ha spinto malamente l'uomo per liberare il fratello e lì, il 63enne ha notato il coltello da cucina per terra e ha deciso di chiamare la polizia. Era il 7 marzo 2019.

Lo stesso Kent ha riferito agli agenti del litigio con il fratello per un debito passato ma ha dichiarato che non aveva nessuna intenzione di utilizzare il coltello. L'avvocato, in difesa del pilota, ha dichiarato che l'imputato pensava che il fratello fosse stato vittima di una aggressione da parte del 63enne e che il coltello era nelle sue tasche per aprire delle scatole.

Danny Kent, con sei vittorie nel Campionato 2015 in Moto3, è stato il primo britannico, dopo 38 anni (l'ultimo era stato Barry Sheene) a salire sul tetto del mondo. Adesso milita nel campionato nazionale Superbike.

  • shares
  • Mail