Moto3: Dennis Foggia lascia l'Academy

Anche per il pilota prenestino si conclude l'avventura con la Sky VR46 Academy.

Moto3: Dennis Foggia lascia l'Academy

Dopo Nicolo Bulega e come annunciato nei giorni scorsi da Alessio "Uccio’ Salucci anche Dennis Foggia lascerà la VR46 Riders Academy. Il rider romano, che con il team del Dottore ha vinto il CEV Mondiale Junior nella categoria Moto3 nel 2017, ha deciso di non rinnovare i contratti inerenti alle prestazioni sportive e al management per la stagione 2020 e si dice pronto ad affrontare nuove ed entusiasmanti sfide.

The Rocket ha ufficializzato la decisione presa con la pubblicazione di un comunicato stampa pubblicato sul suo sito web personale e rimbalzato sui relativi social network:

Al termine di questa stagione si concluderà per me uno straordinario percorso di crescita, non solo a livello sportivo ma soprattutto umano. Di comune accordo con la V46 Riders Academy e lo Sky Racing Team VR46 è stata presa la decisione di non rinnovare per il 2020 i contratti inerenti le prestazioni sportive e il management.

La decisione, maturata al termine di due stagioni nel Mondiale in Moto3 e la conquista del titolo Mondiale Junior, per quanto difficile, è sembrata a tutti noi la scelta più̀ giusta. Come sportivo e atleta sento la necessità di dover affrontare nuove sfide e provare nuove emozioni.

L’avventura all’interno della V46 Riders Academy e con lo Sky Racing Team VR46 mi ha permesso di migliorare e crescere, come pilota e come uomo, acquisendo per ogni giorno di lavoro insieme un bagaglio di esperienza davvero importante.

La V46 Riders Academy si è dimostrata il luogo ideale dove apprendere e sviluppare le mie capacità. Qualcosa che porterò per sempre con me come tutti i ricordi, gli insegnamenti, le persone che mi sono state vicine in questi anni e tutti coloro che lavorano nello Sky Racing Team VR46: la squadra ideale con cui esordire nel Campionato.

Desidero, inoltre, ringraziare in modo speciale Valentino Rossi per aver creduto nelle mie capacità e avermi dato la possibilità di realizzare il mio sogno di pilota. Valentino è stato e sarà sempre non solo un punto di riferimento, umano e sportivo, ma anche un grande amico. A lui devo tanto e la mia riconoscenza, la mia stima e il mio affetto resteranno sempre immutati.

Colgo anche l’occasione per ringraziare Uccio, un manager competente e professionale, oltre che un amico e una persona speciale. Un grazie va anche a tutti i ragazzi del Team, allo staff, a Pablo, Elena, i tecnici e tutti gli addetti ai lavori.

Saluto, infine, con tanto affetto tutti i piloti dell’Academy e del Team. Amici con cui ho condiviso esperienze, vittorie e sconfitte ed il cui ricordo porterò sempre nelle mie esperienze future. Ma come detto, è ora di rimettermi in gioco, provare nuove esperienze, trovare nuovi stimoli e affrontare nuove sfide. Ancora grazie a tutti.

Ma l'avventura in Moto3 del giovane pilota di Palestrina non dovrebbe terminare e, a quanto sembra, per il 2020 è già pronta una moto nel box del team Leopard Racing.

  • shares
  • Mail