Moto2, Mugello: Pasini vuole "almeno la Top 5"

Il 33enne pilota romagnolo è pronto ad affrontare il GP d'Italia sotto le insegne del team Petronas Sprinta Racing: "Non ci poniamo limiti...."

Con il "titolare" Khairul Pawi ancora out causa infortunio, Mattia Pasini si appresta ad affrontare questo weekend il GP d'Italia della classe Moto2 (clicca qui per orari e copertura TV) di nuovo in sella alla Kalex del team Petronas Sprinta Racing, moto con la quale non ha portato a termine il precedente GP di Francia dopo l'esaltante 4° posto in qualifica.

Per il 33enne pilota riminese sarà quindi la seconda gara in forza al team malese e la quarta consecutiva nella Middle Class dopo il GP delle Americhe, dove sostituì Augusto Fernandez nel team Flexbox HP 40 (centrando uno strepitoso 4° posto), e il GP di Spagna, quando fu chiamato dal team Sama Qatar Angel Nieto per rimpiazzare Jake Dixon.

Per il "Paso", l'appuntamento con il GP d'Italia è ovviamente molto sentito, con il tracciato del Mugello che, in passato, gli ha regalato parecchie soddisfazioni. Sono infatti 3 le vittorie da lui conquistate in carriera sul tracciato toscano, ed in 3 classi diverse: in 125cc nel 2006, in 250cc nel 2009 e in Moto2 nel 2017.

Nella gara della Moto2 al Mugello dello scorso anno, quando era ancora alle dipendenze del team Italtrans Racing, Pasini conquistò una strepitosa pole position prima di incappare in una scivolata in gara mentre era al comando della corsa. Anche per questo, inevitabilmente, la sua voglia di rivalsa in vista del weekend è più accesa che mai.

A poche ore dalle prime "libere", Mattia Pasini ha ribadito i suoi propositi battaglieri su quello che lui considera il suo circuito preferito:

"Spero di avere un weekend come quello di Le Mans, solo con un po' più di fortuna alla domenica. Il Mugello è una pista che mi piace molto e dove ho vinto più volte: sono sempre stato veloce su questa pista e per questo mi auguro di fare bene anche questo fine settimana."

"Lavorerò sodo con il team per posizionarci almeno nei primi cinque, anche se per me l'obiettivo è sempre la vittoria: non dobbiamo porre limiti a noi stessi! Il Mugello è sempre speciale per i fans ed io personalmente penso che sia semplicemente la pista più bella del mondo."

  • shares
  • Mail