Rossi: "Stoner mi odia ancora per Laguna Seca 2008"

Valentino Rossi sulla Yamaha M1

In un'intervista rilasciata a "Dainese Legends" (magazine digitale del noto produttore di abbigliamento tecnico dedicato alle leggende di ieri e di oggi, nel quale è ritratto anche in copertina), Valentino Rossi ha rilasciato delle dichiarazioni particolarmente pepate nei confronti del suo storico rivale Casey Stoner, ritiratosi dal Motomondiale al termine della stagione appena conclusa (e che recentemente ha supervisionato le operazioni di riasfaltatura del tracciato di Phillip Island).

A dare lo spunto a queste dichiarazioni di Rossi è stato - per l'ennesima volta - il tanto discusso duello tra lui e l'australiano nel GP degli Stati Uniti del 2008, teatro del celebre e controverso sorpasso al 'cavatappi' di Laguna Seca. "Stoner iniziò ad odiarmi solo perché in quell'occasione perse - ha detto Rossi in riferimento all'episodio - da quel momento in poi non ha fatto altro che parlare riferendosi al passato, e a quella gara in particolare, perché a quel tempo non era abbastanza uomo per capire che aveva semplicemente perso!”

Nell'intervista di "Dainese Legends" non manca neppure qualche 'frecciatina' all'attuale situazione del Motomondiale. “Negli ultimi anni questo sport è diventato troppo serio - ha dichiarato il 9 volte Campione del Mondo - e con lui anche i piloti che vi gareggiano. In passato c'era più coraggio, ma ora sembra più una questione di serietà e di condizione atletica. Tutti seguono diete e si allenano moltissimo, senza avere una vita normale, ma io credo sia anche importante divertirsi.”.

UPDATE: non è tardata ad arrivare la risposta di Casey Stoner via Twitter, che si limita a dire: "Penso che Valentino si senta un pò più coraggioso adesso che io non ci sono più", chiudendo con uno smiley:

Valentino Rossi e Casey Stoner a Laguna Seca 2008
Valentino Rossi e Casey Stoner a Laguna Seca 2008
Valentino Rossi e Casey Stoner a Laguna Seca 2008
Valentino Rossi e Casey Stoner a Laguna Seca 2008
MotoGP Laguna Seca 2008
MotoGP Laguna Seca 2008
MotoGP Laguna Seca 2008
MotoGP Laguna Seca 2008

Rossi - che l'anno prossimo tornerà in sella all'amata Yamaha YZR-M1 - ha inoltre confermato che la sua fame di vittorie non si è certo affievolita dopo il deludente biennio con Ducati: "Per me il sapore della vittoria è un qualcosa di diverso da tutte le altre cose, è come una droga. E' questo il motivo principale per cui corro. Purtroppo è molto breve, dura solo tre o quattro ore, ed il giorno dopo ne vuoi già ancora. Non si ferma mai."

"C'è molta adrenalina prima della gara - ha proseguito - ma è una bella sensazione. Una volta che la gara inizia è come essere cataputlati in un'altra dimensione, completamente diversa. Il tuo livello di concentrazione sale vertiginosamente, e fai quello che devi fare: tutto all'improvviso sembra chiaro". L'intero ultimo numero di 'Dainese Legends' con l'intervista integrale a Valentino Rossi (in inglese) è disponibile sul sito Dainese.

  • shares
  • Mail
120 commenti Aggiorna
Ordina: