Indian Motorcycle: produrrà in Polonia le moto per il mercato europeo

La produzione di moto affiancherà l'assemblaggio dei quad Polaris nell'impianto polacco di Opole, per far fronte ai dazi della UE.

25_indian_chieftain_limited_2018.jpg
Stando a quanto riportato da "Bizjournals.com", il costruttore statunitense Indian Motorcycle produrrà le moto destinate al mercato europeo presso l'impianto polacco di Opole. Lo ha dichiarato il manager Scott Wine, amministratore delegato del gruppo Polaris, di cui Indian Motorcycle fa parte, durante la conference call di ieri con gli analisti sui dati del secondo trimestre 2018.

Da quanto emerge nella relazione di Seeking Alpha sulla conference call, sarà ampliato lo stabilimento in Polonia che già produce i quad di Polaris per il mercato europeo. Inoltre, questa mossa sarebbe una contromisura nei confronti degli aumenti dei dazi su materie prime e moto finite, già calcolati per quest'anno in circa 40 milioni di dollari.

Wine ha rassicurato che lo spostamento della produzione in Polonia di moto Indian Motorcycle per il mercato europeo non avrà ripercussioni sulla forza lavoro dell'impianto principale di Spirit Lake, perché il costruttore motociclistico statunitense continuerà ad incrementare la propria quota di mercato interno, soprattutto ai danni del diretto concorrente Harley-Davidson che sta vagliando misure analoghe per non perdere circa 2.200 dollari per ogni moto destinata al Vecchio Continente.

La gamma europea di Indian Motorcycle è pressoché la stessa del mercato statunitense, in quanto composta da cinque modelli principali: Scout della linea "Midsize", Chief della linea "Cruiser", Springfield e Chieftain della linea "Bagger" e Roadmaster della linea "Touring".

  • shares
  • Mail