MotoGP, Barcellona: pagelle. Jorge il “martello” rilancia la Rossa verso il titolo mondiale.

Le pagelle della MotoGP di Massimo Falcioni.

MotoGP, Barcellona: pagelle. Jorge il “martello” rilancia la Rossa verso il titolo mondiale.

La Gara: voto 10. Corsa per “palati fini” con il magistrale assolo del maiorchino. Lo show è dato dalla lancetta del cronometro. Per esaltare Giotto, sarebbe bastato il suo “O”.

Lorenzo: voto 10+. Jorge martella e concede il bis del Mugello sul missile Rosso (voto 10+). Una lezione. Una sberla che lascia il segno e fa perdere la faccia ai boss di Borgo Panigale vittime di un mercato piloti da “fuoriditesta”. Il titolo? Perché no?

Marquez: voto 9+. Il campione della Honda (voto 9-) capisce l’antifona e punta a evitare il disastro-Mugello con un secondo d’argento dai punti d’oro. Ragioniere di lusso a giorni alterni. Titolo nel mirino. Ma già incombe l’ombra minacciosa di Jorge.

valentino-rossi-catalan-gp-2018-motogp-14.jpg

Rossi: voto 8+. Abbonato al podio (3° consecutivo) il pesarese della Yamaha (voto 7-) conferma la sua affidabilità salvando la Casa dei tre diapason, a corrente alternata. “Non si vince il mondiale arrivando terzi”. Già. Binomio da podio, ma non da titolo.

Dovizioso: voto 4-. Andrea è in tilt, nel tunnel del terzo “zero” consecutivo. “Devastante”, non solo “mentalmente” come dice il Dovi sconsolato. Il mondiale s’allontana e il “nemico” Jorge diventa un incubo. Chi è il capitano e chi il gregario?

Crutchlow: voto 8-. Il podio resta una chimera ma battere gli ufficiali Pedrosa e Vinales non è poco. Cal fa tornare il sorriso a Cecchinello che stavolta non butta altri soldi in nuove… carene.

Petrucci: voto 6-. La promozione da ufficiale Ducati non è di stimolo per l’asso ternano nella tenaglia fra la crisi del Dovi e le sberle di Jorge. Dai Petrux!

Iannone: voto 5-. A una buona prestazione (specie in qualifica) l’italiano della Suzuki (voto 6+) fa subito seguire una corsa record per… errori. Pilota … lunatico. Povera … Aprilia (2019)?

Pedrosa e Vinales: voto 5. Piloti diversi su moto diverse non rendono onore a se stessi e alle loro moto ufficiali. Dani è con un piede verso il pensionamento. Ma Maverick?

Ducati: grazie Jorge! (o no?).
Honda: grazie Marc! (e sì!);
Yamaha: grazie a chi? (già);
Suzuki: grazie a nessuno (tanto meno ai piloti);
Aprilia: grazie al cielo (può andare peggio!);
KTM: grazie (per esserci sperando nel futuro).

lorenzo_jorge-5.jpg

  • shares
  • Mail