Triumph Bonneville Speedmaster 2018

Cruiser dal sapore sportivo, Hinkley rinnova anche la Speedmaster. La vedremo ad Eicma

Gioca d'anticipo Triumph, e nel suo cammino di avvicinamento al Salone Internazionale del ciclo e del Motociclo di Milano, mette in mostra due suoi gioielli. Da un lato la Bonneville Bobber Black, dall'altro la...Bonneville Speedmaster. La base anche in questo caso è la Bobber, ma non chiamatela Bobber a due posti, sarebbe troppo poco.

Ciò che salta immediatamente all'occhio è dunque la sella più lunga, adatta dunque per un passeggero, seppur non proprio comodissimo a ben vedere. Le novità però non si soffermano qui, anzi, sono solo l'inizio. Si parte dal faro anteriore tondo con luci diurne a Led, il manubrio "beach bar", le pedane avanzate, le ruote da 16 pollici a raggi ed il parafango posteriore fisso.

Dal punto di vista delle sospensioni, ecco la forcella con steli da 41mm di diametro con corsa da 90 mm. Al posteriore ecco invece il mono ammortizzatore posteriore regolabile nel precarico e con una corsa di 73 mm.

Non ci si discosta dalla Black anche per quanto riguarda i freni ovviamente: doppio disco anteriore da 310 mm, con pinze Brembo, e disco singolo da 255 mm con pinza Nissin.

Anche dal punto di vista meccanico, la Speedmaster punta forte al bicilindrico parallelo High Torque da 1200 cc, ovviamente con una mappatura differente rispetto alla vecchia Speedmaster: coppia a 4000 giri/min di 106 Nm, il 42% in più rispetto alla vecchia versione. La potenza massima invece si attesta a 77 cavalli.

Chiaro che una moto del genere vuole e merita un suono degno: ridisegnata l'aspirazione con doppio filtro, ed un impianto di scarico ad hoc, che la rende più piena e profonda rispetto alla Bobber. Capitolo elettronica? Come per la black: di serie due riding mode - Road e Rain - oltre al controllo di trazione disattivabile e cruise control.

Certo è che la personalizzazione è grande, con oltre 130 parti speciali originali. Scarichi Vance&Hines, borse per il forcellone a gabbia, paramotore, parabrezza, pedane, oltre che la dedicata linea di abbigliamento dedicata proprio alla moto di Hinkley.

Una moto che dunque, rinasce con la nuova piattaforma. Era l'ultima della gamma, e probabilmente tra le più attese. Ora, sognare per la casa della Union Jack, è lecito.

Triumph Bonneville Speedmaster: riassunto novità
triumph-bonneville-speedmaster-004.jpg
Look tipico delle custom inglesi e stile rilassato
Tutto il fascino intramontabile del DNA Bonneville e componenti Bobber esclusivi
Look tipico delle custom Triumph e stile di guida rilassato
Versatile configurazione: sella singola o doppia
Comfort di guida e controllo superiori
Ergonomia di guida comoda e rilassata, potente doppio disco Brembo all’anteriore e sospensioni pregiate.
Forcellone a “gabbia oscillante” per un autentico look da hardtail.
Motore Bonneville 1200 HT sempre pronto e reattivo con messa a punto Bobber per prestazioni e sound entusiasmanti.
Coppia massima di 106 Nm a 4.000 giri, record della categoria, erogata dal celebre motore High Torque con messa a punto Bobber; potenza massima di 77 CV a 6.100 giri
Nota di scarico caratteristica: cupa e ricca di sfumature
Doppio airbox e doppio filtro e catalizzatore nascosto nel sistema di scarico
Guidabilità e tecnologia al top
Fari a LED sofisticati con luci diurne DRL esclusive Triumph (specifiche a seconda del mercato)
Moderno sistema Ride by Wire con due modalità di guida (Road e Rain)
ABS e controllo di trazione disinseribile di ultima generazione
Frizione a coppia assistita e cruise control attivabile con un solo tasto per il massimo comfort
Elegante quadro strumenti singolo ricco di funzioni
Progettata per dare spazio alla personalizzazione con più di 130 accessori a disposizione
Kit “Highway” per esaltare le doti turistiche di questa moto, con set completo di borse laterali morbide.
Kit “Maverick” per un look più minimal e aggressivo, con sella monoposto e manubrio inclinato
Accessori per personalizzare lo stile, le finiture, il comfort, il turismo e gli esclusivi scarichi Vance & Hines (specifici a seconda del mercato).

  • shares
  • Mail