MotoGP: la Suzuki punta su Ben Spies?

Dopo la rottura con il pilota di punta John Hopkins, la Suzuki guarda avanti. A quanto sembra i vertici della casa giapponese hanno in mente di far girare sulla nuova GSV-R 800 il campione dell’AMA Superbike Ben Spies. Per lui si tratterebbe di testare la quattro cilindri di Hamamatsu con la concreta possibilità di partecipare



Dopo la rottura con il pilota di punta John Hopkins, la Suzuki guarda avanti. A quanto sembra i vertici della casa giapponese hanno in mente di far girare sulla nuova GSV-R 800 il campione dell’AMA Superbike Ben Spies.
Per lui si tratterebbe di testare la quattro cilindri di Hamamatsu con la concreta possibilità di partecipare come wild card ad una o più delle restanti nove tappe del mondiale come è già avvenuto in passato per Kousuke Akiyoshi e Nobuatsu Aoki.

Per il momento Kevin Schwantz e Paul Denning, boss del team factory Rizla Suzuki ne stanno discutendo. La parole al direttore generale: “Ad Hamamatsu conosco il valore di Ben Spies e quelle che sono le sue intenzioni. Il pilota è motivato, ha la giusta esperienza e la Suzuki è consapevole delle sue doti tecniche. La decisione verrà presa con la massima responsabilità. Il nostro desiderio è che Ben corra nelle migliori condizioni e con il supporto di cui ha bisogno.”

Le parole del mitico Schwantz che da anni lavora al fianco di Spies nell’AMA: “Paul ed io abbiamo parlato di questa situazione un paio di volte. Vogliamo avere un confronto diretto con i vertici giapponesi e cercare di trovare un accordo. Il nostro obiettivo minimo è quello di poter fare dei test. Per il resto c’è sempre tempo.”

Spies al fianco di Vermeulen nel 2008? Altra intrigante possibilità…

via | MCN

I Video di Motoblog

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →