Rea battuto ad Aragon: "Complimenti a Chaz!"

Il Campione del Mondo della Superbike perde l'imbattibilità stagionale nella Gara-2 di Aragon: "Ma sono davvero contento di come ho guidato"

2017_motorland-aragon_worldsbk_kawasaki-36.jpg

La vittoria nella Gara-1 del Motorland Aragon di ieri, quinta consecutiva per lui in altrettante gare, aveva messo bene in chiaro le intenzioni del Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) di "uccidere nella culla" il Mondiale Superbike 2017, un progetto solo parzialmente rallentato oggi dalla vittoria in Gara-2 di Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati).

Scattato dalla 9a casella dello schieramento, Rea non ci ha messo molto a risalire la china e conquistare presto la testa della corsa, ma i suoi tentativi di staccare gli inseguitori non sono poi andati a buon fine. La Gara-2 della Superbike ad Aragon si è poi risolta ancora una volta in un 'corpo-a-corpo' con il gallese della Ducati, dal quale il nord irlandese della Kawasaki questa volta è uscito sconfitto.

Rea ha comunque concluso la corsa al secondo posto e la sua situazione in classifica appare decisamente rosea: il due volte iridato guida con 145 punti, 50 in più di Davies e 54 più del compagno di colori Tom Sykes.

2017_motorland-aragon_worldsbk_kawasaki-5.jpg

Un Jonathan Rea decisamente sorridente ha così commentato la lunga battaglia con Davies che gli è costata l'imbattibilità stagionale:

“Sono passato al comando abbastanza presto ma non sono riuscito a scappar via perché c'era molto vento sul rettilineo e questo ha mantenuto compatto il gruppo. Quando Chaz mi ha passato aveva un passo migliore e così ho aumentato il mio ritmo per cercare di stargli dietro. Lui ha fatto un paio di errori, ma nessuno di questi mi ha permesso di passarlo in modo veramente pulito e definitivo."

"Nell'ultimo giro ho semplicemente lottato e dato il massimo per vincere. Ho provato in diversi punti della pista, ma alla fine non ha funzionato."

2017_motorland-aragon_worldsbk_kawasaki-1.jpg

Nell'ottica più ampia del campionato, Rea appare decisamente consapevole della sua già stabilissima posizione di forza:

"Non possiamo lamentarci troppo perché in certe zone del circuito eravamo davvero forti. Congratulazioni a Chaz perché vincere oggi dopo la brutta caduta di ieri è stato davvero impressionante."

"Sono davvero contento di come ho guidato oggi, in questo fine settimana ho messo insieme 45 punti anche se non mi sentivo al meglio. La moto comunque ha funzionato davvero bene e quindi non vedo l'ora di tornare in pista ad Assen".

aragon-2017-4.jpg

  • shares
  • Mail