SBK, Mercado: "La mia stagione 2017 inizierà ad Aragon"

Landro Mercado (Team Ioda Racing) saltà il round SBK della Thailandia, tornerà ad Aragon

mercado.jpg

Campionato Mondiale Superbike 2017 - Leandro Tati Mercado dovrà attendere il ritorno delle derivate in Europa per tornare in sella. Dopo l'incidente in allenamento avvenuto una settimana prima del round inaugurale del Mondiale SBK, il portacolori del team IODA Racing è stato costretto a saltare il primo appuntamento a Phillip Island e non parteciperà neanche al secondo che disputerà in prossimo weekend in Thailandia.

Ecco cosa è successo spiegato dal diretto interessato: “Ero andato a girare con la moto da cross, in una pista semplice. Sono scivolato e la moto mi è caduta sopra, per questo motivo mi sono rotto tre costole e ho rimediato una falda di pneumotorace. Sono stato sfortunato. Ora il mio polmone, che era la cosa che preoccupava maggiormente, è guarito. Per le costole c’è invece bisogno di tempo, non si può fare niente. Ora non mi fanno più male, mi danno solo un po’ di fastidio, e ho già iniziato ad allenarmi, prima con un po' di bicicletta alla quale ho aggiunto successivamente la palestra”.

“Sto meglio, ogni giorno migliorano le mie condizioni, - ha dichiarato Mercado ai microfoni di WorldSBK - È stato brutto, dato che è successo la settimana prima di partire per Phillip Island, ma queste cose capitano”.

“I medici mi hanno dato almeno tre settimane di tempo per far guarire le costole, quindi salterò il round in Thailandia e inizierò la mia stagione ad Aragon al 100%. - ha aggiunto il pilota argentino - Correre in Thailandia potrebbe essere un rischio, e anche un solo movimento brusco potrebbe poi allungare il periodo di convalescenza. Il campionato è lungo, quindi è meglio tornare in forma ad Aragon per poi affrontarlo senza ulteriori pause”.

Infine ha aggiunto: “È un periodo difficile; dopo quanto successo l’anno scorso in Superstock 1000 è stato difficile voltare pagina. Mi sono preparato bene durante l’inverno, ero in forma e molto motivato, e prima di partire per l’Australia invece ho avuto l’incidente. Così è la vita, così è lo sport, e ogni cosa serve per imparare ed essere più forte. Sto lavorando e ho tanta voglia di tornare”.

  • shares
  • Mail