Yamaha RD350 "The Falcon": two stroke power!

I bavaresi di Moto Essence hanno preparato questa gloriosa Yamaha RD350 con telaio Parenti per partecipare alla gara di accelerazione Glemsek 101: quando si dice "Two Stroke Power"!

Dopo 25 anni passati ad andare in moto insieme tra strada, pistate e motocross, Dominik e Havana hanno deciso di fare di questa passione un mestiere: è nata così Moto Essence, l'officina di customizing fondata a Monaco di Baviera nel 2015 dalla coppia di amici.

Non che i due fossero dei novellini, per la verità: Havana aveva già molta esperienza meccanica sulle moto da corsa, mentre Dom veniva da un passato di restauratore e collezionista che ha reso questa nuova avventura un'evoluzione quasi naturale.

L'anno scorso i due decisero di costruire una moto per partecipare a Essenza - The Essence of Motorcycles, una gara di accelerazione sull'ottavo di miglio che si corre in Germania. Gli appuntamenti sono due: il primo è la Glemseck 101 di Leonberg (primi di settembre), il secondo si tiene invece a ottobre, a Colonia, nell'ambito di Intermot Customized.

La gara è riservata ad amatori, semplici appassionati che vogliono mettere alla prova le loro creazioni. Le regole sono semplici: massimo due cilindri, non oltre i 1200 cc, niente dragsters. "Ho chiamato l'organizzatore Jörg Litzenburger per avere alcune info sulla gara di Settembre" ha spiegato Havana "Stavamo pensando di costruire una Honda CB550 big bore, ma Jörg ci ha detto che la gara è riservata ad amatori e noi eravamo considerati professionisti".

La delusione non è però durata molto: la nuova categoria "Essenza Class", recentemente introdotta, è riservata a professionisti e team ufficiali, diretta emanazione delle case motociclistiche. Solo 16 moto ammesse, 11 delle quali sono moto "factory": le rimanenti 5 sono invece le special di custom garages e officine indipendenti.

Havana e Dom non hanno temporeggiato: rivisto il progetto, si sono messi subito al lavoro. Così è nata la The Falcon, che potete vedere in queste foto: "Tutte le nostre moto hanno nomi di animali, e c'è un solo animale che esprime al meglio le caratteristiche di leggerezza, potenza e velocità che desideravamo per la nostra moto: il falco".

L'obbiettivo era quello di costruire una lightweight da corsa, essenziale e minimalista, senza però fare ricorso a materiali compositi, plastica e tecnologie troppo recenti: una moto "old school" che fosse agli antipodi delle moderne sportive, la nemesi di qualunque show bike da Salone.

Difficile trovare una base di partenza più corrispondente a questa descrizione di una Yamaha RD350, la sportiva a due tempi dei Tre Diapason che negli anni '80 ha turbato i sogni di migliaia di ventenni. L'ultima versione, la RD350 YPVS succeduta alla versione "LC", venne definita "the nearest thing to a road going racer ever produced": è proprio da una di queste, un esemplare quindi prodotto tra il 1983 e il 1986, che i due di Moto Essence sono partiti per realizzare la loro racer a due tempi.

Della mitica bicilindrica a miscela di Iwata hanno usato principalmente il propulsore: il parallel-twin raffreddato a liquido è infatti stato inserito in uno chassis da corsa degli anni '70 fabbricato dal telaista italiano Parenti, non prima ovviamente di essere sottoposto a un'energica opera di elaborazione.

In particolare, la cilindrata originaria di 347 cc è stata incrementata sino a 420 cc grazie a un kit big bore e a dei nuovi pistoni Wiseco ad alte prestazioni; anche l'albero motore e le bielle originali hanno lasciato il posto a dei componenti racing. Esternamente, invece, sono stati adottati un radiatore maggiorato, un nuovo impianto di scarico e dei carburatori Keihin da 38 mm: tutto per la ragguardevole potenza di 90 cv, che ha richiesto anche una frizione rinforzata.

Leggerezza, potenza, accelerazione bruciante: caratteristiche che questa special ha e che ne fanno la competitor ideale per una gara di accelerazione. Il tutto unito a questo look grezzo e minimalista che la rende davvero molto molto cattiva.

Una volta reperiti i pezzi, la costruzione di The Falcon è stata completata in tempo di record: sole 8 settimane, in cui Dom e Havana hanno lavorato giorno e notte per riuscire a schierare la propria racer alla Glemseck 101. E ci sono riusciti.

In questa configurazione, la RD350 YPVS è scesa sulla drag strip di Leonberg solo 36 ore dopo il suo primo collaudo: nonostante ciò "The Falcon" si è difesa bene, posizionandosi vicina a motociclette ben più moderne e tecnologiche, dotate di elettronica avanzata e traction control.

Quando si dice "Two Stroke Power!"

  • shares
  • Mail