Green Goblin, una Mash davvero speciale

Prende il nome dal celeberrimo supercattivo dell’Uomo Ragno, il perfido Green Goblin: è la Mash 400 di Wrench Bikes, realizzata a partire da uno dei modelli che abbiamo visto all’EICMA di Milano

Le essenziali Mash, con il loro look vintage e la loro semplicità costruttiva, riescono decisamente bene nell’evocare le moto degli anni ’70 da cui traggono ispirazione. Il vertici del brand francese sanno bene su cosa puntare per ingolosire quella fetta di appassionati che non necessariamente è alla ricerca di prestazioni da urlo e ciclistiche da WSBK: non è un caso che l’intera gamma del marchio transalpino verta sul fascino del retrò e delle moto “special”.

Inevitabile che mezzi del genere, un vero e proprio inno alla semplicità, abbiano attirato l’attenzione dei customizzatori: d’altra parte una moto il più possibile scarna e priva di inutili orpelli è il non plus ultra per ogni preparatore che voglia avventurarsi nella realizzazione di una nuova special.

Perchè non partire, allora, proprio da una piccola Mash?

E’ quello che hanno fatto in Wrench Bikes, emanazione “custom” dell’importatore Mash per il Benelux, Motomondo. Partendo da una Scrambler 400 (modello visto ad EICMA 2016), si è deciso di creare una verdissima cafè racer rinominata come uno dei supercattivi più celebri dell’universo Marvel Comics: Green Goblin è infatti il nome del perfido antagonista dell’Uomo Ragno, interpretato da Willem Dafoe nella triologia degli anni 2000 diretta da Sam Raimi.

A dire il vero non è la prima volta che noi di Motoblog vi presentiamo una special su base Mash: qualche mese fa avete visto su questi schermi la Cafè Noir, una francesina “duemmezzo” realizzata niente meno che da Pepo Rosell, storico fondatore di Radical Ducati e XTR Pepo.

E siamo sicuri che ne vedremo molte altre…

Via|Masomoto

I Video di Motoblog