Moto2: La FIM conferma l'errore di Salom

L'ultimo rapporto tecnico della FIM sull'incidente fatale al giovane spagnolo conferma la tesi dell'errore del pilota al Montmelò.

Relatives and mechanics of SAG Team Moto2 Spanish rider Luis Salom observe a minute of silence during a tribute for the rider in the Moto GP of the Catalunya Grand Prix at the Montmelo racetrack near Barcelona on June 5, 2016. The SAG team's 24-year-old Spanish rider Salom suffered fatal injuries when crashing at Turn 12 on the challenging circuit near Barcelona in the second free practice session on June 3, 2016.  / AFP / JOSEP LAGO        (Photo credit should read JOSEP LAGO/AFP/Getty Images)

La FIM ha pubblicato ieri il suo rapporto tecnico 'ufficiale' e le sue conclusioni in riferimento all'incidente mortale di cui è stato vittima il 24enne spagnolo Luis Salom, verificatosi durante le prove libere per il GP di Catalunya della Moto2 dello scorso Maggio e che non aveva coinvolto nessun altro pilota.

La relazione tecnica - condotto dal Technical Director e dal Director of Technology della FIM insieme a un esperto di questioni legali a un esperto di telemetria indipendente - ha in pratica confermato l'assenza di evidenti colpe nell'accaduto da parte della Kalex del team SAG e delle gomme Dunlop.

This file picture taken on May 21, 2016 in Mugello, shows SAG Team Moto 2 Spanish rider Luis Salom. Spanish Moto 2 rider Luis Salom has died from his injuries after crashing in Catalonia Grand Prix practice on June 3, 2016, race organisers confirmed.  / AFP / GIUSEPPE CACACE        (Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

La relazione ha concluso che un'errore del pilota nella frenata della curva-12 al Montmelò sarebbe stata la causa principale della sua caduta, mentre l'impatto del suo corpo contro la moto dopo che questa aveva colpito le barriere sarebbe stata la causa delle ferite mortali.

Il rapporto completo della FIM, in lingua inglese, può essere consultato tramite questo link, ma ne riportiamo di seguito alcuni dei passi più esplicativi.

MONTMELO, SPAIN - JUNE 03: Luis Salom of Spain and SAG Team rounds the bend during the free practice during the MotoGp of Catalunya - Free Practice at Circuit de Catalunya on June 3, 2016 in Montmelo, Spain.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

"Confermando l'analisi iniziale, i dati hanno mostrato che al momento dell'incidente la moto era di 4 km/h più lenta rispetto al suo giro più veloce, ma, al momento della frenata del pilota, era tra i 7 e gli 8 metri più vicina alla curva rispetto al suo giro più veloce. E' inoltre confermato che, nel dritto tra le due curve, c'é stato anche un taglio parziale nel gas."

"[Il telemetrista indipendente] ha ipotizzato che il pilota possa essersi voltato per guardare dietro di sé, e quando è tornato a guardare davanti ha letto male la sua posizione, oppure era un po' fuori traiettoria. Questo si è tradotto in una pressione sui freni molto più alta rispetto a quella dei giri precedenti, che è stato indicata dalla telemetria. L'essere fuori traiettoria e la brusca frenata con la moto inclinata è risultato in una perdita di trazione all'anteriore che ha portato al crash.

MONTMELO, SPAIN - JUNE 03:  The medical staff help Luis Salom of Spain and SAG Team after the crashed out during the free practice during the MotoGp of Catalunya - Free Practice at Circuit de Catalunya on June 3, 2016 in Montmelo, Spain.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

  • shares
  • Mail