Home SWM Gamma Enduro 2015: il nostro test

SWM Gamma Enduro 2015: il nostro test

Le nuove SWM RS500R e RS300R 2015 segnano la svolta all’interno di una storica azienda che, negli anni ’70, ha spopolato tra i giovani e gli amanti del tassello. Ecco il nostro test della nuova gamma Enduro SWM 2015

Tra le novità più importanti presentate in occasione del Salone di Milano EICMA 2014, non è certo passata inosservata la nuova gamma Enduro SWM 2015, composta principalmente da due modelli specialistici che segnano la rinascita di uno storico marchio che, nei gloriosi anni ’70, fece innamorare giovani e appassionati del tassello.

Torna la Speedy Working Motorcycles, e torna proprio con due nuove monocilindriche tassellate pronte a tutto: le nuove SWM RS 500 R e RS 300 R 2015. Sono due agili e leggere monocilindriche 4 tempi da enduro, due moto che condividono praticamente tutto, tranne la cilindrata. La “sorella maggiore” segna i 501 centimetri cubici, mentre la RS 300 R si ferma sui 297,6.

Per il resto non cambia nulla (se proprio vogliamo essere precisi cambiano le quote degli ingranaggi di trasmissione primaria e 3 denti in più nella corona della RS 500 R), vista la “poca” differenza nella cilindrata è risultata adeguata la condivisione delle stesse quote e della stessa componentistica per entrambi i modelli.

Troviamo dunque una struttura portante monotrave doppia culla in tubi d’acciaio con telaietto posteriore in lega leggera. All’anteriore lavora una forcella Marzocchi uspide-down da 50 mm regolabile in estensione e compressione, mentre al posteriore troviamo un mono della Sachs soft-dump anch’esse completamente regolabile.

Il motore è un monocilindrico 4 tempi raffreddato a liquido da 501 cc (297,6 cc la RS 300 R) doppio albero a camme in testa ed alimentazione con sistema di iniezione elettronica con avviamento elettrico e a pedale. Il propulsore è abbinato ad un cambio a sei rapporti con frizione multidisco in bagno d’olio. L’impianto frenante sfrutta un sistema con freni a disco e pinza flottante, con dischi rispettivamente da 260 mm all’anteriore e da 240 mm al posteriore.

Le due moto pesano rispettivamente 112 Kg (RS 500 R) e 107 Kg (RS 300 R). Sono già disponibili presso la rete specializzata di concessionari. Motoblog ha avuto l’occasione di testarle prima del lancio sul mercato, in pista per noi c’era Alessio Barbanti.

Come vanno?

Sono due ottime moto per il fuoristrada amatoriale, ricordiamo che sono prodotte all’interno degli ex-stabilimenti Husqvarna di Biandronno, Varese, sfruttando macchinari all’avanguardia e un personale altamente specializzato nella produzione di moto da enduro, gli stessi che si occupavano della produzione Husky prima che passasse in mano agli austriaci.

Dopo l’accordo tra Ampelio Macchi, che nel corso degli anni ha ricoperto importanti ruoli come responsabile tecnico in Aprilia, Cagiva e, appunto, Husqvarna, e il colosso cinese Shineray Group, la SWM torna alla luce con una gamma fuoristrada di qualità e una serie di modelli per il nuovo mercato che toccano categorie più particolari.

Tornando ai nostri due modelli enduro che abbiamo testato, sono moto facili da usare e che non richiedono una grandissima esperienza. Vanno comunque trattate col dovuto rispetto poiché il propulsore è bello brioso e scalpitante, omogeneo e con un’erogazione molto dolce e progressiva. Stringendo bene le gambe, si ha una sensazione di altissima agilità e leggerezza, qualità che ben si apprezzano sopratutto sulla 300.

Hanno prezzi competitivi, la RS 300 R costa 6.250 euro e la RS 500 R 6.400 euro, sono facili da usare e non sono prodotti racing come la maggior parte delle concorrenti sul mercato, decisamente più costose e che richiedono più frequenti intervalli di manutenzione.

RS 500 R

Normalmente, il mezzo litro è una cilindrata che mette a disagio i meno esperti su questo tipo di moto, un propulsore che richiede esperienza e tanto polso. In questo caso però, in SWM hanno lavorato affinché questa cilindrata potesse essere appagante e non bruta, lavorando su un’erogazione molto dolce e una generosa coppia che aiuta in ogni situazione.

La stabilità è ottima, il peso si fa sentire alle basse velocità, mentre la frenata è sicura e ben modulabile, specialmente al posteriore. Fluida la cambiata, così come il comportamento delle sospensioni che difficilmente entrano in crisi. Basta impostare meglio il setting per ottenere una risposta più pronta.

RS 300 R

La RS 300 R è una moto molto facile, dotata di una pronta erogazione sin dai bassi e di una coppia niente male. E’ molto più agile rispetto alla “sorella maggiore”, e il suo pregio è l’ottima maneggevolezza. Il setting standard delle sospensioni è tarato per l’utilizzo amatoriale, più da moto-cavalcata che da fettucciato ma, anche qui, basta agire sul set-up per ottenere una migliore risposta.

Il motore perde un po’ in allungo ma si fa sentire bene anche ai medi. Si apprezzano tanto la fluidità di cambio e frizione e la frenata pronta e decisa. Visto il prezzo, potrebbe anche essere un’ottima moto per cominciare ad assaporare fango e boschi e, perché no, anche qualche rampa in un “pistino” da enduro!

Caratteristiche Tecniche SWM Gamma Enduro 2015

RS 500 R

DIMENSIONI, PESO, CAPACITA’

INTERASSE mm.1495
LUNGHEZZA TOTALE mm.2267
LARGHEZZA MAX mm.820
ALTEZZA MAX. mm.1285
ALTEZZA SELLA mm.963
ALTEZZA MIN. DA TERRAmm.300
AVANCORSA mm.106
PESO A SECCO kg.112
CAPACITÀ SERBATOIO CARBURANTE l.7,2
Q.TA’ OLIO NEL BASAMENTO l.1,7
OMOLOGAZIONE EURO 3

MOTORE

TIPOMONOCILINDRICO 4 TEMPI
ALESAGGIO mm.97
CORSA mm.67,8
CILINDRATA cm3.501
RAPPORTO DI COMPRESSIONE 12,9:1
AVVIAMENTO ELETTRICO (CON ALZAVALVOLE AUTOMATICO)
RAFFREDDAMENTOA LIQUIDO
RADIATORI ACQUA2 (CON ELETTROVENTOLA)
DISTRIBUZIONE DOPPIO ALBERO A CAMME IN TESTA, 4 VALVOLE
LUBRIFICAZIONE A CARTER SECCO CON DUE POMPE A LOBI, FILTRO A CARTUCCIA
ACCENSIONE ELETTRONICA A SCARICA INDUTTIVA CON ANTICIPO VARIABILE A CONTROLLO DIGITALE
TIPO CANDELA “NGK” CR8EB
ALIMENTAZIONE ad iniezione elettronica
CORPO FARFALLATO MIKUNI D42
FRIZIONE MULTIDISCO IN BAGNO D’OLIO CON COMANDO IDRAULICO
N° DISCHI CONDUTTOR I8
N° DISCHI CONDOTTI 7
TRASMISSIONE PRIMARIA PIGNONE MOTORE Z23 CORONA FRIZIONE Z63
RAPPORTO DI TRASMISSIONE 2.739
CAMBIO VELOCITÀ INGRANAGGI SEMPRE IN PRESA N° MARCE 6
TRASMISSIONE SECONDARIA PIGNONE USCITA CAMBIO Z13 CORONA POSTERIORE Z47
RAPPORTO DI TRASMISSIONE 3,615
CATENA DI TRASMISSIONE MARCA E TIPO “D.I.D.” 520 V6-OR/ “REGINA” 135 ORN6-LKS (5/8″x1/4″)
DISPONIBILE KIT AVVIAMENTO A PEDALE

TELAIO

TELAIO MONOTRAVE DOPPIA CULLA IN TUBI DI ACCIAIO ALTORESISTENZIALE; TELAIETTO POSTERIORE IN LEGA LEGGERA
SOSPENSIONE ANTERIORE FORCELLA TELEIDRAULICA A STELI ROVESCIATI E PERNOAVANZATO; REGOLAZIONE FRENO IDRAULICO IN COMPRESSIONE ED ESTENSIONE Ø STELI mm.50
CORSA SULL’ASSE GAMBE mm.300
MARCA FORCELLA “KAYABA”
SOSPENSIONE POSTERIORE PROGRESSIVA “SOFT DAMP” CON MONOAMMORTIZZATORE IDRAULICO; REGOLAZIONE DEL PRECARICO DELLA MOLLA E DEL FRENO IDRAULICO IN COMPRESSIONE (DOPPIA) ED ESTENSIONE CORSA RUOTA mm.296
MARCA AMMORTIZZATORE”KAYABA”
FRENO ANTERIORE A DISCO FISSO, CON COMANDO IDRAULICO E PINZA FLOTTANTE Ø DISCO mm.260
FRENO POSTERIORE A DISCO FLOTTANTE, CON COMANDO IDRAULICO E PINZA FLOTTANTE Ø DISCO mm.240
CERCHIO ANTERIORE MATERIALE LEGA LEGGERA DIMENSIONI 1,60”x21”
CERCHIO POSTERIORE MATERIALE LEGA LEGGERA DIMENSIONI 2,15”x18”
PNEUMATICO ANTERIORE TIPO”MICHELIN” Competition IV DIMENSIONI 90/90-21″
PNEUMATICO POSTERIORE TIPO”MICHELIN” Competition IV DIMENSIONI 140/80-18″

RS 300 R

DIMENSIONI, PESO, CAPACITA’

INTERASSE mm.1495
LUNGHEZZA TOTALE mm.2267
LARGHEZZA MAX. mm.820
ALTEZZA MAX. mm.1285
ALTEZZA SELLA mm.963
ALTEZZA MIN.DA TERRA mm.300
AVANCORSA mm.106
PESO A SECCO kg.107
CAPACITÀ SERBATOIO CARBURANTE l.7,2
Q.TA’ OLIO NEL BASAMENTO l.1.7

MOTORE

MONOCILINDRICO 4 TEMPI
ALESAGGIO mm.83
CORSA mm.55
CILINDRATA cm3.297,6
RAPPORTO DI COMPRESSIONE 12,9:1
AVVIAMENTO ELETTRICO (CON ALZAVALVOLE AUTOMATICO)
RAFFREDDAMENTO A LIQUIDO
RADIATORI ACQUA 2 (CON ELETTROVENTOLA)
DISTRIBUZIONE DOPPIO ALBERO A CAMME IN TESTA, 4 VALVOLE
LUBRIFICAZIONE A CARTER SECCO CON DUE POMPE A LOBI E FILTRO A CARTUCCIA
ACCENSIONE ELETTRONICA A SCARICA INDUTTIVA CON ANTICIPO VARIABILE A CONTROLLO DIGITALE
TIPO CANDELA “NGK” CR8EB
ALIMENTAZIONE ad iniezione elettronica
CORPO FARFALLATO MIKUNI D42
FRIZIONE MULTIDISCO IN BAGNO D’OLIO CON COMANDO IDRAULICO
N° DISCHI CONDUTTORI 8
N° DISCHI CONDOTTI 7
TRASMISSIONE PRIMARIA PIGNONE MOTORE Z24 CORONA FRIZIONE Z88
RAPPORTO DI TRASMISSIONE 3.666
CAMBIO VELOCITÀ INGRANAGGI SEMPRE IN PRESA N° MARCE 6
TRASMISSIONE SECONDARIA PIGNONE USCITA CAMBIO Z13 CORONA POSTERIORE Z50
RAPPORTO DI TRASMISSIONE 3,846
CATENA DI TRASMISSIONE “D.I.D.” 520 V6-OR/ “REGINA” 135 ORN6-LKS (5/8″x1/4″)
DISPONIBILE KIT AVVIAMENTO A PEDALE

TELAIO

TELAIO MONOTRAVE DOPPIA CULLA IN TUBI DI ACCIAIO ALTORESISTENZIALE; TELAIETTO POSTERIORE IN LEGA LEGGERA
SOSPENSIONE ANTERIORE FORCELLA TELEIDRAULICA A STELI ROVESCIATI E PERNO AVANZATO; REGOLAZIONE FRENO IDRAULICO IN COMPRESSIONE ED ESTENSIONE Ø STELImm.50
CORSA SULL’ASSE GAMBE mm.300
MARCA FORCELLA “KAYABA”
SOSPENSIONE POSTERIORE PROGRESSIVA “SOFT DAMP” CON MONOAMMORTIZZATORE IDRAULICO; REGOLAZIONE DEL PRECARICO DELLA MOLLA E DEL FRENO IDRAULICO IN COMPRESSIONE (DOPPIA) ED ESTENSIONE CORSA RUOTA mm.296
MARCA AMMORTIZZATORE “KAYABA”
FRENO ANTERIORE A DISCO FISSO, CON COMANDO IDRAULICO E PINZA FLOTTANTE Ø DISCO mm.260
FRENO POSTERIORE A DISCO FLOTTANTE, CON COMANDO IDRAULICO E PINZA FLOTTANTE Ø DISCO mm.240
CERCHIO ANTERIORE MATERIALE LEGA LEGGERA DIMENSIONI 1,60”x21”
CERCHIO POSTERIORE MATERIALE LEGA LEGGERA DIMENSIONI 2,15”x18”
PNEUMATICO ANTERIORE “MICHELIN” Competition IV DIMENSIONI 90/90-21″
PNEUMATICO POSTERIORE “MICHELIN” Competition IV DIMENSIONI 140/80-18″

Ultime notizie su Fuoristrada

Segui con motoblog l'attualità della moto fuoristrada, con le ultime foto spie, i concept, i prezzo, le prestazioni, le schede tecniche, i modelli storici, le prove su strada, i commenti e le anticipazioni.

Tutto su Fuoristrada →