Iannone 6° a Jerez: “Ho fatto un errore”

Andrea Iannone termina il weekend del GP di Spagna con un discreto sesto posto: “Ma potevamo ottenere un risultato migliore”

Dopo aver conquistato un eccellente terzo posto nelle qualifiche del sabato, Andrea Iannone (Ducati Team) è incappato in un pessimo errore nella giornata di domenica che ne ha pesantemente compromesso il rendimento nel GP di Spagna di ieri. Poco prima della partenza, il pilota abruzzese ha infatti inserito la mappatura da bagnato per la gestione elettronica, risultando in un comportamento tutt’altro che ottimale per la sua Desmosedici GP15.

Dopo una brutta partenza, che lo aveva visto retrocedere fino dall’undicesima posizione, Iannone ha progresivamente scalato il gruppo per raggiungere la la sesta posizione finale, chiudendo a quattro decimi dal quinto posto di Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3), ma la sua analisi del dopo-gara non è stata certamente positiva:

“Sicuramente quella di oggi è stata una gara molto difficile perché ho fatto un errore che mi è costato molto caro e che dovevo assolutamente evitare. Purtroppo in partenza ho inserito per errore la mappa da bagnato al posto del launch control, e quindi ho dovuto correre tutta la gara con la mappa sbagliata perché la procedura per poter tornare a quella da asciutto è molto complicata. Ho cercato di raccogliere il meglio che potevo in queste condizioni, ma sicuramente potevamo ottenere un risultato migliore qui a Jerez e mi dispiace molto per la mia squadra, che ha lavorato davvero bene questo weekend. Comunque le scuse servono a poco, e cercherò di far bene a partire da Le Mans per ripagare tutti i miei ragazzi e la Ducati con dei buoni risultati nelle prossime gare.”

Iannone 3° a Jerez: “Contento della prima fila”

Altra ottima giornata per Andrea Iannone (Ducati Team) nelle qualifiche di Jerez de La Frontera, sede domani dell’attesissimo GP di Spagna (clicca qui per orari e copertura TV). Il telanto abruzzese, autore di un miglior crono personale di 1’38.468, ha infatti agguantato il terzo posto e domani partirà quindi dalla prima fila insieme al pole man Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha) e al Campione del Mondo Marc Marquez (Honda Repsol), che lo hanno preceduto rispettivamente di 558 e 168 millesimi.

Con i connazionali Valentino Rossi (Movistar Yamaha) e il compagno di box Andrea Dovizioso che partiranno rispettivamente dalla seconda e terza fila, Iannone è stato anche il miglior pilota italiano di giornata. Comprensibile il suo ottimismo in vista della gara di domani:

“Sono molto contento per questa prima fila. Non è mai facile riuscirci, perché tutti i piloti cercano di spingere al massimo, ma siamo riusciti a conquistarla di nuovo dopo averla già ottenuta in Argentina ed è un risultato davvero importante, perché domani partire davanti sarà fondamentale. Probabilmente non abbiamo sfruttato appieno il nostro potenziale in qualifica, ma credo di avere comunque un buon passo e quindi penso di poter fare una bella gara domani.”

Iannone 4° a Jerez nel Day-1: “La GP15 ha un alto potenziale”

Buon 4° posto assoluto per Andrea Iannone (Ducati Team) nella prima giornata di prove libere per il GP di Spagna. Sul tracciato di Jerez de La Frontera, l’abruzzese ha messo a segno il suo miglior tempo nelle FP2 del pomeriggio con 1:39.511, a due decimi e mezzo dal miglior crono assoluto del Day-1 fatto segnare nelle FP1 da Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha).

I risultati del venerdì sono sempre da prendere ‘con le molle‘, ma il talento di Vasto è sembrato comunque in grande ripresa dopo il deludente 12° posto rimediato nelle FP1, tanto da poter giocare un ruolo da protagonista già nelle qualifiche di domani pomeriggio. Al termine della seconda sessione di libere, lo stesso Iannone ha ribadito di avere grande fiducia nelle potenzialità della sua Desmosedici GP15:

“Tutto sommato oggi siamo andati abbastanza bene, anche se non siamo ancora arrivati alla messa a punto ideale. Oggi abbiamo fatto alcuni esperimenti, nel senso che stiamo provando due set-up abbastanza differenti sulla mia GP15, cercando di capire qual è la strada più giusta da seguire su questa pista. Sono ancora un po’ indeciso, ma comunque le sensazioni sono buone e la moto sta funzionando bene, e soprattutto sono sicuro di avere a disposizione una moto con un alto potenziale anche qui a Jerez. Nelle tre gare precedenti la GP15 è sempre stata competitiva e quindi sono piuttosto tranquillo per questo weekend”

Ultime notizie su Gare

Segui tutte le gare di moto con motosblog, dal Motogp al SBK con i nostri speciali in tempo reale, i commenti, le anticipazioni, le interviste dei piloti, le foto e le video per vedere e rivedere le gare da non perdere.

Tutto su Gare →