MotoGP, Indianapolis: Pedrosa in pole tra le cadute dei protagonisti. La CRT di De Puniet chiude davanti a Rossi (11°).

MotoGP 2012 Laguna Seca

Così come si sono chiuse le qualifiche della Moto3, così si aprono quelle della MotoGP: il brutto volo stavolta lo fa il campione del mondo Casey Stoner mentre era al comando, disarcionato dalla sua RC 213V all'uscita di curva e subito trasportato al centro medico, fortunanatamente senza conseguenze. Intanto, in assenza del canguro mannaro, è il suo compagno di squadra Dani Pedrosa a spingersi in vetta alla classifica dei tempi. Da seganlare che il crono fatto registrare dall'autraliano gli è valso alla fine il 6° assoluto!

All'inseguimento dello spagnolo allora si gettano le M1 di Ben Spies, galvanizzato dal rientro in patria e di Andrea Dovizioso, fresco di passaggio a Borgo Panigale. Sorprende invece trovare Stefan Bradl davanti a Jorge Lorenzo ancora alla mezz'ora. C'è poi la Ducati di Nicky Hayden seguita da Bautista e Crutchlow. Ma Valentino Rossi c'è? Tranquilli, non si schioda dal 10° posto. Anzi, sul finale viene addirittura scavalcato dalla CRT di De Puniet.

Pedrosa allunga e mette al sicuro la sua terza pole stagionale, Jorge Lorenzo si sveglia e gli si getta alle calcagna, Andrea Dovizioso compie un giro meraviglioso e si piazza terzo davanti a Spies e Bradl, autore di una progressione costante. Ma la pista è infida per lo sporco e nonostante si giri più lenti rispetto allo scorso anno, falcia in successione i protagonisti. Ne fanno le spese sul finale proprio gli idoli di casa Spies e Hayden: il violento high-side di quest'ultimo interrompe la sessione a 8:38 dal termine.

1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 335,5 1'38.813
2 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 335,5 1'38.913 0.100 / 0.100
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 334,0 1'39.235 0.422 / 0.322
4 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 333,1 1'39.279 0.466 / 0.044
5 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 334,2 1'39.437 0.624 / 0.158
6 1 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 334,6 1'39.465 0.652 / 0.028
7 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 331,0 1'39.549 0.736 / 0.084
8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 333,3 1'39.748 0.935 / 0.199
9 19 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 334,0 1'40.072 1.259 / 0.324
10 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 317,8 1'40.437 1.624 / 0.365
11 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 333,3 1'40.763 1.950 / 0.326
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 318,6 1'40.803 1.990 / 0.040
13 68 Yonny HERNANDEZ COL Avintia Blusens BQR 312,3 1'41.197 2.384 / 0.394
14 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 333,1 1'41.295 2.482 / 0.098
15 54 Mattia PASINI ITA Speed Master ART 311,9 1'41.370 2.557 / 0.075
16 51 Michele PIRRO ITA San Carlo Honda Gresini FTR 315,7 1'41.449 2.636 / 0.079
17 24 Toni ELIAS SPA Pramac Racing Team Ducati 332,9 1'41.866 3.053 / 0.417
18 77 James ELLISON GBR Paul Bird Motorsport ART 310,0 1'41.978 3.165 / 0.112
19 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda 296,9 1'42.553 3.740 / 0.575
20 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing Suter 315,0 1'42.599 3.786 / 0.046
21 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens BQR 314,0 1'42.768 3.955 / 0.169
22 15 Steve RAPP USA Attack Performance APR 300,9 1'43.673 4.860 / 0.905
23 20 Aaron YATES USA GPTech BCL 286,1 1'44.312 5.499 / 0.639

  • shares
  • Mail
87 commenti Aggiorna
Ordina: