SBK: 10° round rovente al Lausitz

SBK assen 2006 Eccoci arrivati già alla decima prova del Mondiale Superbike, che si corre domenica sul tracciato tedesco dell'Eurospeedway Lausitz.

Un week end che potrebbe incoronare in anticipo il pilota australiano Troy Bayliss, facendo esplodere la festa rossa di casa Ducati.

Bayliss ha 100 punti di vantaggio su Toseland e 102 su Haga e sarebbe campione del Mondo già in Germania, con due round d'anticipo, se dovesse riuscire a fare più punti dei rivali.

La Ducati comanda anche il Mondiale Marche ma il margine è di 52 punti sulla Yamaha, e considerando che ne restano 150 in palio è quasi impossibile che il campionato si assegni in Germania.

Dopo nove round solo in due casi il capoclassifica ha avuto un margine superiore a quello vantato da Troy Bayliss: è successo nel '95 e nel 2003 e in entrambe le occasioni Carl Fogarty e Neil Hodgson sono giunti tranquillamente alla meta iridata.

Su un tracciato caratterizzato da curve "stop and go" e da un fondo particolarmente poco abrasivo, il pronostico però è molto più incerto di quanto non lasci supporre la classifica generale.

Assen ha tradito le aspettative di Noriyuki Haga che è incappato in un doppio stop per incidente che lo ha allontanato dall'iride interrompendo bruscamente la serie di risultati positivi.

Ma la YZF-R1 ormai è una insidiosa rivale per la Ducati e stanno crescendo in maniera esponenziale anche le quotazioni di Andrew Pitt, due volte secondo in Olanda e adesso quarto nel Mondiale.

Cercano riscatto anche Suzuki e Honda che per motivi diversi sono incappate in un week end negativo su un tracciato che in passato le aveva viste recitare una parte di primissimo piano.

Quest'anno è incredibile la serie negativa che ha attanagliato il numero uno di casa Suzuki, Troy Corser, che continua ad inanellare battute a vuoto.

A livello tecnico la novità del periodo viene dalla Kawasaki che dimostra una crescente competitività.

Dopo nove round le cinque Marche impegnate in Superbike hanno vinto almeno una gara, segnale di grande equilibrio e straordinario interesse garantito dalla top class delle derivate dalla produzione di serie.

Per i nostri piloti italiani, la germania sarà una tappa fondamentale: Lorenzo Lanzi è reduce da prestazioni non eccezionali e ha bisogno di un colpo a sensazione per assicurarsi la fiducia della squadra anche per la prossima stagione.

Fari puntati anche su Michel Fabrizio che in Olanda si è esaltato sul bagnato centrando il terzo podio della stagione e sta vivendo una stagione da protagonista.

I tempi delle prove di oggi:

1 BAYLISS 1'38.331

2 CORSER 1'38.550 0.219

3 KAGAYAMA' 1'38.869 0.538

4 PITT 1'38.871 0.540

5 MUGGERIDGE 1'38.948 0.617

6 LANZI 1'39.048 0.717

7 HAGA 1'39.101 0.770

8 TOSELAND 1'39.347 1.016

9 BARROS 1'39.572 1.241

10 WALKER 1'39.591 1.260

11 FABRIZIO 1'39.609 1.278

12 NIETO 1'39.709 1.378

13 MARTIN 1'39.771 1.440

14 XAUS 1'40.041 1.710

15 LACONI 1'40.149 1.818

16 BORCIANI 1'40.330 1.999

17 CLEMENTI 1'40.416 2.085

18 ABE 1'40.732 2.401

19 JONES 1'40.964 2.633

20 CHILI 1'40.973 2.642

21 NEBEL 1'41.178 2.847

22 VAN KEYMEULEN 1'41.181 2.850

23 IANNUZZO 1'41.235 2.904

24 NEUKIRCHNER 1'41.334 3.003

25 ROBERTS 1'41.577 3.246

26 NAKATOMI 1'41.786 3.455

27 ROLFO 1'41.890 3.559

28 BROOKES 1'42.702 4.371

29 DRAZDAK 1'43.459 5.128

Via | SBK

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: