Valentino Rossi: "A Sepang temo Loris"




Dopo cinque anni di incontrastato dominio nella classe regina, Valentino Rossi si vede costretto a lottare fino all'ultima curva dell'ultimo granpremio per raggiungere l'ancor più storico sesto titolo consecutivo. A 5 gare dal termine i punti che lo separano dal capoclasse Nicky Hayden sono 38: un impresa ai limiti dell'impossibile per gli altri, difficile ma fattibile per il Vale.

Il motomondiale torna a Sepang una pista che piace molto al pesarese, sul podio negli ultimi 5 anni e vittorioso al debutto con la Yamaha nel 2004: "Come tutti sanno, Sepang è una delle mie piste preferite: guidare lì la mia M1 è sempre un divertimento. A Brno abbiamo fatto degli ottimi progressi quindi speriamo che vada tutto bene fin dal venerdì mattina, in modo da poter lottare al massimo per tutto il fine settimana.

L'anno scorso Loris a Sepang fu incredibilmente forte, così come lo è stato due settimane fa a Brno, e sono sicuro che domenica lo sarà di nuovo! Questa volta non posso vincere il titolo in Malesia, quindi il nostro obbiettivo resta quello di salire sul podio e di guadagnare più punti possibili per poter continuare a lottare.

Queste tre gare di fila sono molto importanti e alla fine di questa serie il destino del mondiale potrebbe essere molto più chiaro. Queste gare oltreoceano sono sempre un'esperienza molto faticosa, a causa delle molte ore in aereo e dei diversi cambiamenti di fuso orario, ma resteremo concentrati e daremo sicuramente il meglio!"


Per Colin Edwards, al contrario, non si prospetta un finale di campionato particolarmente emozionante. Dopo il 10° posto di Brno (33° risulatato utile consecutivo, quasi record) l'obiettivo del texano è quello di tornare alla forma di inizio stagione e di aiutare il compagno di squadra a conquistare l'ottavo titolo iridato: "Le cose ultimamente non sono andate secondo i nostri piani. Pensavo e speravo di essere in una situazione migliore, a cinque gare dalla fine. In ogni caso pensare a quel che è successo fino ad oggi non serve a nulla. Nei test di Brno abbiamo fatto dei progressi positivi e adesso vedremo se saranno d'aiuto. L'anno scorso ci siamo resi conto che non sempre quello che funziona a Brno va bene per le altre piste del mondiale ma tre settimane fa abbiamo capito decisamente meglio la moto e venerdì a Sepang dovremmo essere in una posizione più favorevole.

La pista di Sepang mi piace molto e Phillip Island è una delle mie preferite in assoluto: non vedo l'ora che arrivino entrambe. Abbiamo due obbiettivi: uno è lavorare con la squadra per dare una mano a Valentino per vincere il titolo, l'altro è ottenere buoni risultati e salire sul podio. Tre gare così, una dopo l'altra, sono sempre intense ma mi sento pronto per la sfida!".



via | Yamaha-racing.com

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: