Superbike 2015: Kawasaki, dominio verde. Rea in fuga

Il week-end della Superbike di Assen ci ha restituito un Johnny Rea mattatore assoluto, con una doppietta che lo fa allungare a +50 sull'avversario più diretto, Haslam (Aprilia) e a +55 su Davies (Ducati). Il merito va al nordirlandese, ma anche alla Kawasaki Ninja, un mezzo davvero competitivo su ogni pista.

Kawasaki SBK Assen 2015 img 1

E sono sei su otto, le vittorie di Johnny Rea nelle manche fin qui disputate del mondiale Superbike 2015. Con il doppio successo di Assen, il nord-irlandese è sempre più solo al comando della classifica, con 50 punti di vantaggio, vale a dire una doppia gara per intero, sul suo più immediato rivale, Leon Haslam, il tutto dopo soli quattro round.

Il merito di questo va certamente al pilota, per lungo tempo alfiere di una Honda che in molti dicevano che avrebbe permesso di scoprirne i limiti solo quando Rea se ne fosse andato, tanto il pilota di Larne ci ha sempre messo del suo.

Kawasaki SBK Assen 2015 img 1

Ma occorre anche riconoscere il valore della Kawasaki ZX10-R, moto nata nel 2011 e che oggi ha raggiunto la piena maturità, potendo vantare, negli ultimi tre anni, un titolo mondiale (2013) e due secondi posti (2012 e 2014), con Tom Sykes, risultati inferiori solo a quelli della Aprilia RSV4 (due campionati ed un secondo posto).

La Ninja, le cui performance sono state, come per tutte le altre quattro cilindri, lievemente ridotte dai regolamenti 2015, è veloce ed affidabile su tutte le piste, ed ha trovato in Rea il pilota che la sa portare al limite in modo estremamente efficace, ancora più di chi, come lo stesso Sykes, l'ha sviluppata.

Risolti i problemi di eccessivo consumo degli pneumatici e già di suo valida a livello di trazione, inserimento curva e percorrenza, la "verdona" quest'anno sembra anche aver colmato il gap in velocità di punta che la separava dall'Aprilia, il riferimento della categoria.

Il quadro che ne scaturisce è quindi quello di un mezzo al momento senza importanti punti deboli e che, ancora più della moto di Noale e della Ducati, in questo inizio di campionato è il mezzo da battere.

Questa, al momento, la fotografia delle forze in campo, dove il connubio Ninja-Rea sembra sempre avere un po' di margine da tirare fuori quando serve, consentendogli (lo si è visto chiaramente ad Assen), di effettuare in qualsiasi momento lo strappo necessario per scrollarsi di dosso gli avversari. Per adesso è dominio verde nord-irlandese.

Classifica Mondiale Superbike 2015


01. J.REA | KAWASAKI | 190
02. L.HASLAM | APRILIA | 140
03. C.DAVIES | DUCATI | 123
04. T.SYKES | KAWASAKI | 88
05. J.TORRES | APRILIA | 83
06. S.GUINTOLI | HONDA | 65
07. M.VD MARK | HONDA | 60
08. N.TEROL | DUCATI | 48
09. M.BAIOCCO | DUCATI | 48
10. L.MERCADO | DUCATI | 45
11. A.LOWES | SUZUKI | 41
12. X.FORES | DUCATI | 38
13. L.CAMIER | MV AGUSTA | 33
14. D.SALOM | KAWASAKI | 30
15. R.RAMOS | KAWASAKI | 20
16. R.DE PUNIET | SUZUKI | 15
17. T.BAYLISS | DUCATI | 15
18. A.BADOVINI | BMW | 11
19. S.BARRIER | BMW | 10
20. S.BARRAGÁN | KAWASAKI | 8
21. C.PONSSON | KAWASAKI | 3
22. L.PEGRAM | EBR | 2
23. J.METCHER | KAWASAKI | 2
24. N.CANEPA | EBR | 2

  • shares
  • Mail