SBK 2015 - Carlos Checa: l'uomo da battere è Johnny Rea

Carlos Checa, l'ultimo a vincere un mondiale Superbike su una Ducati, non ha dubbi, l'uomo da battere è Johnny Rea. Haslam e l'Aprilia i principali avversari insieme a Sykes, con Suzuki a fare da outsider. Tagliate fuori dai giochi, per lo spagnolo, BMW, Ducati, Honda ed MV. Bayliss? Ha fatto bene, ma io non tornerò

Carlos Checa 2012

Carlos Checa è un pensionato di lusso ma, al contrario di Troy Bayliss, di tornare alle gare non ci pensa proprio. L'ultimo vincitore di un mondiale Superbike in sella ad una Ducati (1098R) non è pentito della sua scelta, anche se come tanti ex-piloti, continua a frequentare il circus delle derivate di serie.

Intervistato da WorldSbk.com in quel di Aragon, dove nel w-e si correrà il terzo round del campionato (questi gli orari tv), lo spagnolo ha detto la sua a proposito dell'inizio di stagione fin qui disputato, identificando in Johnny Rea l'uomo da battere, grazie al fatto di avere finalmente una moto, la Kawasaki, realmente competitiva rispetto alla Honda che ha guidato fino al 2014.

Carlos Checa 2014

L'esperienza del team di Akashi, unita alla fame di vittorie del nord-irlandese lo pongono, almeno per Checa, in cima alla lista dei pretendenti al titolo, che per Carlito comprende anche Haslam e la Aprilia.

E' stata proprio la moto di Noale, la sorpresa per l'ex-iridato SBK, che si attendeva fosse più penalizzata dai nuovi regolamenti. Attenzione poi anche a Sykes, uno che, secondo Checa, quando ha la moto a posto, è un osso duro per chiunque.

Qualche chance viene data anche alla Suzuki, mentre su Ducati l'ex-alfiere di Borgo Panigale è purtroppo categorico: i valori mostrati fino ad adesso per lui difficilmente cambieranno e la rossa continuerà la sua stagione di passione, come anche Guintoli e la sua Honda.

Infine, alla domanda sul se farà come Bayliss, rientrato a 46 anni, Checa, quasi 43enne, ha risposto “chiedetemelo tra tre anni!”. :)

  • shares
  • Mail