BMW R100RT Desert Sled "Bosbefok" by Los Muertos Motorcycles

L'atelier sudafricano propone la sua rivisitazione della super-classica bavarese pensata per andare all'attacco delle insidie del deserto...

BMW R100RT Desert Sled "Bosbefok" by Los Muertos Motorcycles

Los Muertos Motorcycles (LMMC) si trova a Città del Capo, in Sud Africa, ed è stata fondata circa 2 anni fa da Craig Wessels, che non è talentuoso meccanico o designer, ma un regista. La sede di Los Muertos Motorcycles infatti è davanti a quella della sua Los Muertos Film Production, e comprende anche un simpatico caffè pieno di memorabilia in cui i locali appassionati delle due ruote si possono ritrovare per condividere la propria passione.

Il vero boss per quanto concerne il lato strettamente tecnico della Los Muertos Motorcycles è infatti il suo amico Steven Pitt, che si occupa anche della realizzazione delle special bikes firmate LMMC. Per la creazione dei suoi modelli, il buon Mr.Pitt punta molto sull'ispirazione fornita dalla cultura del suo paese, un elemento che secondo lui contribuisce in modo determinante a differenziarsi da tutti gli altri customizers e a 'dare un'anima' alle moto. Ed è stato proprio questo approccio che ha dato vita alla special di oggi: la BMW R100RT Desert Sled "Bosbefok" by Los Muertos Motorcycles.

Le Desert Sleds per gli anglosassoni sono quelle scrambler 'tassellate' e specializzate nel muoversi con agilità nei deserti, una volta particolarmente popolari specialmente in America grazie anche all'input del 'mito' Steve McQueen (noto e stra-fotografato cultore del genere). L'obiettivo del progetto era quello realizzarne una sulla base di una BMW R100RT del 1979, veloce e rumorosa, che mantenesse però anche il classico stile della casa bavarese.

Guarda le foto della BMW R100RT "Bosbefok" by Los Muertos Motorcycles


La prima cosa a venire defenestrata è stata ovviamente l'ingombrante carenatura del modello originale, mentre il telaietto posteriore è stato tagliato e modificato per accogliere la nuova sella fatta 'su misura' per il modello. Accorciato anche il parafango posteriore originale, con il lavoro al retrotreno completato da un nuovo faro e relativi indicatori di direzione. Telaio e cerchi originali sono stati verniciati di nero, con una particolare scelta per le gomme: Continental TKC 80 'dual purpose' all'anteriore e una Metzler Enduro dietro.

Rifatto il rivestimento interno del serbatoio mentre l'esterno è stato decorato a mano e poi laccato lucido. Il badge del serbatoio in lega riporta uno dei loghi di Los Muertos Motorcycles, e rappresenta un piccolo 'tocco di classe' per il modello. Anche il motore è stato rifinito in nero mentre tutti i pezzi cromati sono stati spazzolati, marmitte incluse. Per la strumentazione si è invece ricorsi ad un display digitale Acewell. I carburatori sono stati completamente ricostruiti ed i cablaggi sostituiti.

Il risultato finale, nelle intenzioni del suo creatore, sarebbe dovuto essere come detto 'veloce e rumoroso', e a giudicare dalle immgini pubblicate da Moto Rivista e dal seguente video promozionale 'ufficiale' di LMMC - di cui questa Desert Sled "Bosbefok" è una delle protagoniste - l'obiettivo sembrerebbe essere stato centrato. Ma quanto dev'essere divertente?

  • shares
  • Mail