Superbike, Giugliano (Ducati) affila le armi per Phillip Island: "Circuito favorevole"

Il nuovo team ufficiale Ducati Superbike si prepara al primo round stagionale sull'onda dei positivi riscontri nei test. Concorda Chaz Davies: "Panigale adatta a questo tracciato."

Test WSBK Phillip Island 2014 - Day 2

Dopo un 2013 al limite del fallimentare per quanto riguarda i risultati in pista, Ducati ha deciso di rivitalizzare quest'anno il suo impegno nel Mondiale Suberbike - suo storico terreno di conquista - presentandosi con un nuovo team ufficiale ed i piloti Chaz Davies e Davide Giugliano, chiamati a raccogliere un bottino ben più sostanzioso dell'unico podio conquistato nel 2013 (Ayrton Badovini 3° a Mosca).

Nei test pre-stagionali, la bistrattata 1199 Panigale ha fornito importanti segnali di crescita, soprattutto con il pilota romano: nella 'due-giorni' di Phillip Island appena conclusa, Giugliano ha fatto segnare il quinto tempo a 4 decimi dal miglior crono di Sykes, con Davies 4 decimi più indietro al 10° posto, mentre a Portimao Giugliano si era preso il 4° tempo a mezzo secondo da Lowes, con il gallese 2 decimi dietro di lui.


Nell’edizione del 2013 del round australiano, Carlos Checa aveva raccolto un'inaspettata pole position con l'allora debuttante Ducati 1199 Panigale - un risultato che non avrebbe più avvicinato per il resto della stagione - ed i due piloti del Ducati Superbike Team (nessuno dei quali si professa particolarmente amante di questo tracciato) puntano anche su questo precedente affinché sia di buon auspicio per l'imminente weekend di gare. Davide Giugliano, in particolare, non nasconde un certo ottimismo:

“Non vedo l’ora di correre le prime gare della stagione 2014. Le nostre esperienze positive maturate durante gli ultimi test mi danno molta fiducia. Questo non è mai stato un circuito facilissimo per me, ma devo dire che con questa moto mi sto trovando sicuramente meglio rispetto agli scorsi anni. Sono già riuscito ad abbassare di molto i tempi degli anni passati e questo è sicuramente una cosa positiva. Dovrebbe essere un circuito favorevole per noi e cercheremo di sfruttare questo fattore al massimo in questo weekend.”


L'anno scorso, al debutto con la BMW S1000RR, Chaz Davies aveva fatto sua a Phillip Island la quarta posizione di Gara-1, conquistandola allo sprint sulla Kawasaki del futuro iridato Tom Sykes, ed il suo obiettivo di quest'anno non può che essere quello di migliorare tale piazzamento:

“Gara 1 del 2013 è stata una delle mie migliori qui a Phillip Island. Per vari motivi è sempre stato un po’ difficile per me in Australia, anche se questo è un tracciato che mi piace. Penso che la mia Panigale sia adatta a questo tracciato, si comporta molto bene in certi frangenti mentre in altri mi vorrei migliorare. Guardando il risultato di Carlos nella Superpole dell’anno scorso, sembra possa essere evidentemente un circuito a noi favorevole. Tutto considerato posso dire di essere fiducioso.”


Ernesto Marinelli, Direttore del progetto Ducati Superbike, non nasconde un certo ottimismo in vista del debutto stagionale nel GP d'Australia (clicca quì per gli orari):

“I test effettuati sono stati molto importanti e abbiamo eseguito insieme ai piloti e tutta la squadra molte prove per poter partire con una buona base venerdì. Phillip Island è un circuito molto particolare e bisogna sempre prestare attenzione a non stressare troppo il pneumatico posteriore. I risultati ottenuti sono per ora soddisfacenti e ci hanno fornito la base che cercavamo. Entrambi i piloti hanno migliorato il loro miglior giro dello scorso anno e sono scesi al di sotto del record registrato in gara nel 2013. Anche i nostri avversari hanno però lavorato sodo quindi abbiamo ancora tanto lavoro da fare. Useremo tutta la determinazione possibile.”

  • shares
  • Mail