MotoGP Sepang test, ancora tsunami Honda. Domani gran finale. Aspettando Valentino.

MotoGP: Gallery Test Day 1 Sepang

Il gatto non c’è (febbricitante) e i topi (arzilli) ballano. Ma a Sepang, e in questa MotoGP 2011, chi è davvero il gatto e chi sono davvero i topi? Forse, visti i tempi dei test sulla pista malese, sarebbe meglio parlare di lepri e levrieri. Fin qui, al secondo giorno del secondo test ufficiale, la MotoGP pare proprio “bacchettata” dalle RC212V 2011 della Casa dell’Ala dorata.

Il binomio Stoner-Pedrosa (o Pedrosa-Stoner) dimostra di essere il duo da battere. Sia l’australiano, sia lo spagnolo hanno una gran voglia di ipotecare sin d’ora questo mondiale. Da vedere se in questo duello Dovizioso, e anche Simoncelli, saranno in grado di utilizzare la rivalità fra le due prime guide Honda. E gli altri? Resiste e risponde bene la Yamaha (l’iridato Lorenzo è una grande certezza e da Ben Spies ci si può aspettare l’exploit). Pare invece un fuoco di paglia l’iniziale recupero della Suzuki. Ma il nodo vero riguarda la Ducati, in affanno, in forte affanno.

Certo, pesa lo stato fisico di Rossi (gap spalla) e la sfiga oggi ci ha pure messo lo zampino con il febbrone che ha costretto il pesarese a dare forfait. Priva di Rossi, pare proprio che la Casa italiana sia “out” (Hayden, che succede?). Ma, realisticamente, anche con Valentino la Ducati non è (oggi è così) certo in grado di dettare legge: se va bene può limitare i danni. Per il binomio tutto italiano, il più atteso, l’avvio è in salita, inutile negarlo. Urge recupero. Non sarà facile.

Perché passano le settimane e si susseguono i test ma la musica non cambia e il crono si ripete come una goccia d’acqua: esalta i piloti ufficiali (e non) della Honda pigliatutto.

Considerazione finale: i test contano, eccome! Se no nessuno li farebbe. Uno che se ne intendeva, Mike Hailwood, diceva che stare davanti anche nei test (prove invernali all’epoca) valeva il doppio: “caricava” il pilota più veloce e “scaricava” gli altri.

Quindi, anche da Sepang vale il detto: “il buon giorno si vede dal mattino”. E il sole, almeno per ora, splende forte per i piloti Honda. Ovvio che i (primi) conti veri si faranno fra meno di un mese a Losail. A domai, per il gran finale dei test. Aspettando Valentino.

  • shares
  • Mail
72 commenti Aggiorna
Ordina: