Amarcord: Bimota Folgore Bianca

Bimota Folgore Bianca

Se si pensa alle moto italiane degli anni '90, una delle più strane che ci viene in mente è la Bimota Tesi 1D: equipaggiata con un motore Ducati 851, fu presenta nel 1990 e lanciata nel mercato giapponese l'anno successivo per un prezzo di oltre 4 milioni di Yen (circa 50mila euro), la si riconosce subito perchè avvolta da un design decisamente fuori dalle righe. Ma non abbastanza per gli specialisti nipponici della WhiteHouse, che l'hanno ulteriormente stravolta dando alla luce la "Folgore Bianca", nome tutto italiano assegnato in onore della casa riminese.

Ammettiamo che il suo design possa non incontrare il gusto di tutti, ma diversi estimatori in tutto il mondo la ritengono una moto unica e davvero affascinante. Le elaborazioni della WhiteHouse hanno per lo più riguardato i materiali per le carene, le livree, i carburatori nonchè alcuni piccole modifiche al sistema di scarico e delle sospensioni anteriori e posteriori.

Non possiamo fare a meno di ammirare la forcella anteriore completamente orizzontale, noto segno distintivo della tradizione Tesi, anche se a causa della sua mole imponente e della sospensione super-rigida, non era affatto comoda da guidare su strade sconnesse. Particolare trascurabile di fronte a una carisma simile! Non perdetevi dopo il salto il video della Folgore Bianca

Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca
Bimota Folgore Bianca

via | FasterandFaster

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: