Qualifiche roventi: super Stoner (Ducati) mette in fila gli idoli di casa Lorenzo e Pedrosa. Male Rossi


E Valentino Rossi, dov’è? Come le si guarda, queste qualifiche nell’inedito e splendido tracciato aragonese, sia iniziando dal miglior tempo e sia iniziando dalla fine, il nove volte campione del mondo è (quasi) a metà classifica: settimo su sedici!

Un tempo che lascia l’amaro in bocca al campione pesarese e lo mette in una difficile condizione psicologica.

Valentino non solo è “out” (relativamente ai tempi di qualifica) dalla battaglia della prima fila, ma addirittura non riesce neppure a rimanere dentro nella seconda.

Così vanno le corse, per fortuna. Non ci sono rendite di posizione e ogni volta è come ricominciare da zero.

Lassù, intanto, la legge del più forte torna a dettarla super Casey Stoner e la sua super Ducati: alla fine la cannonata del “canguro” rompe il muro dell’1’49 in 1’48.942 stordisce e intimorisce tutti, (anche perché Casey tiene un ritmo mozzafiato) compresi i roventi campioni di casa, Lorenzo e Pedrosa (beffato da un lungo nell’ultimo giro iniziato in vantaggio su Stoner) , splendidi secondo e terzo, costretti però, almeno oggi, a fare da scorta all’australiano.

Volano in velocità di punta Ducati e Honda, ma poi, alla fine conta poco, tant’è che la … “ferma” Yamaha permette comunque a Lorenzo un bel gran secondo tempo (oltre al gran passo per domani ..) e a Ben Spies un altro crono di tutto rispetto: quinto, dietro a un ritrovato Hayden e davanti al bravissimo De Puniet (che recupero!) e, appunto, a Rossi in difficoltà.

Poi Dovizioso (appunto, non bastano gli HP e i kmh della quattro cilindri della Casa Alata per schiodarsi dall’ottavo posto), quindi un Simoncelli deciso a cancellare le ultime deludenti prestazioni e Barbera, nella top ten.

Notte fonda per Melandri, solo 14esimo. E saluti a Capirossi, costretto a casa per le sue condizioni fisiche non ok.

Con un interrogativo avevamo aperto, con una domanda chiudiamo: riuscirà Rossi nel (non insolito) miracolo di entrare nella bagarre per il podio? La risposta la darà la gara. Per l’alfiere della Yamaha sarà corsa in salita.

  • shares
  • Mail
177 commenti Aggiorna
Ordina: