Aprilia: produzione sospesa a Scorzè, tra 2 giorni l'incontro con Colaninno

Fiato sospeso per 360 dipendenti dello stabilimento Aprilia di Scorzè: linee ferme almeno fino a fine Ottobre. Mercoledì l'incontro con il Presidente del Gruppo Piaggio

Aprilia Caponord 1200

Brutte notizie in merito allo stabilimento Aprilia di Scorzè (VE), comune limitrofo di Noale, dove le linee produttive sono state parzialmente fermate almeno fino alla fine del mese in corso. Secondo quanto riportato infatti da La Nuova di Venezia e Mestre, Aprilia starebbe inoltre valutando di mantenere la produzione limitata al minimo fino alla fine dell'anno, il che estenderebbe il 'blocco' anche ai successivi mesi di Novembre e Dicembre.

Sarebbero circa 360 i lavoratori interessati dal provvedimento, per i quali però non è stata chiesta la Cassa Integrazione ma piuttosto le ferie e la formula prevista dal contratto di solidarietà. Non ci sarebbe bisogno di precisare che la notizia non può suonare di buon auspicio neppure per gli oltre 300 dipendenti del vicino impianto di Noale. La decisione del 'blocco della produzione', seppur condizionata dal normale rallentamento degli ordini di questo periodo dell'anno, si inquadra all'interno della prolungata e profonda crisi del mercato delle due ruote - certamente non aiutato dal recente aumento dell'IVA al 22% - i cui numeri, in costante e pressoché inesorabile discesa, sembrano aver 'colpito duramente' anche la prestigiosa casa veneta.

I sindacati del Gruppo Piaggio - che controlla il marchio Aprilia - incontreranno il Presidente Roberto Colaninno dopodomani, il 16 Ottobre, per fare il punto della situazione e, possibilmente, ottenere informazioni più chiare per quanto riguarda il futuro sul medio-lungo termine dell'azienda. Le maestranze Aprilia chiederanno quindi di conoscere il piano industriale approntatto da Piaggio per il futuro del marchio.

Dopo lo smacco 'sportivo' rappresentato dall'addio dell'Ingegner Gigi Dall'Igna, questa notizia ben più preoccupante rappresenta sicuramente un'altra brutta tegola per gli appassionati del marchio Aprilia, e non solo. Non ci resta che attendere l'esito del confronto tra Colaninno e i rappresentanti dei lavoratori, sperando di recevere al più presto qualche aggiornamento positivo sull'evolversi della situazione.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: