MotoGP: Dani Pedrosa pensa a Laguna Seca, la Yamaha pensa a Dovizioso

E’ giovedì, e tutto sembra essere pronto per il weekend di gare a Laguna Seca. Nel pomeriggio (americano) ci sarà la rituale conferenza stampa, ma la maggior parte dei piloti ha già espresso un punto di vista riguardo questo difficile e particolare tracciato. I piloti Repsol Honda arrivano in California con diversi stati mentali, ma


E’ giovedì, e tutto sembra essere pronto per il weekend di gare a Laguna Seca. Nel pomeriggio (americano) ci sarà la rituale conferenza stampa, ma la maggior parte dei piloti ha già espresso un punto di vista riguardo questo difficile e particolare tracciato. I piloti Repsol Honda arrivano in California con diversi stati mentali, ma la medesima determinazione.

Dani Pedrosa è reduce da una bella vittoria in Germania, e lo scorso anno è stato lui il Mostro della Laguna. Elementi che possono fargli dormire sonni tranquilli, in vista di un fine settimana sicuramente positivo. Andrea Dovizioso è altrettanto determinato, ma arriva da una caduta che ha spezzato una lunga striscia di risultati positivi, e con un elemento in più fra i pensieri.

Se lo spagnolo verrà confermato senza ombra di dubbio, al Dovi l’idea di reggere il moccolo fra le due primedonne Pedrosa e Stoner non convince più di tanto, ed ecco che, a fagiuolo, arriva un’offerta da Herve Poncharal, che potrebbe far cambiare casacca e marca al forlivese. Il posto che molto probabilmente verrà lasciato libero da Ben Spies in Tech3, sarebbe bello pronto per il suo arrivo… certo che passare da una Honda superufficiale ad una Yamaha clienti è un bel passo indietro, ma finora non ci sono dichiarazioni e conferme a riguardo, perciò si pensa solo alla California.

“Non vedevo l’ora di correre qui a Laguna Seca – ha dichiarato Andrea – perchè è un circuito unico, e anche perchè ho voglia di fare di nuovo un bel risultato dopo la brutta avventura in Germania. Siamo focalizzati nel compiere un bel risultato prima di andare in vacanza. Lo scorso anno ero veloce qui, ma sfortunatamente uno dei paletti di plastica in uscita dalla pit lane ha danneggiato la leva frizione, poi sono finito a terra.

Prima che accadesse, però, ho fatto una bella battaglia con Valentino. Dani ha vinto qui lo scorso anno, quindi so che possiamo essere forti, è una motivazione in più. Il circuito di Laguna è speciale – conclude Dovi – davvero diverso dagli standard europei e per questo è sempre interessante correre qui. Mi piace l’atmosfera, la gente e i fan, è sempre un piacere tornare in California.”

I Video di Motoblog