WSBK, test Assen: Jonathan Rea soddisfatto anche se rimangono problemi di chattering

Jonathan Rea a Kyalami

Il team Hannspree Ten Kate Honda ha ultimato ieri i due giorni di test programmati sulla pista olandese di Assen. Scopo principale del test eliminare i problemi di chattering che hanno afflitto il pilota britannico Jonathan Rea nelle utile due gare. Rea, terzo nella classifica del Mondiale Superbike con 151 punti (106 in meno del leader Max Biaggi) ha ammesso di aver migliorato il feeling ma di non aver completamente risolto il problema.

"Abbiamo lavorato attraverso una serie di cose, - ha detto il pilota britannico - abbiamo trovato il modo di ridurre il chattering anche se non è emerso dai tempi. Almeno ora sappiamo che cosa non funziona. Ho provato un sacco di cose e abbia confermato il set up di base che utilizziamo e non siamo lontani dalla soluzione del problema."

Considerato che nella gara di Assen dell'aprile scorso Jonathan Rea ha vinto entrambe le manche ha comunque girato su tempi interessanti inanellando una serie di giri sull'1.36 basso. Rea ad aprile aveva ottenuto la Superpole con il tempo di 1'34.944 ma il giro più veloce in gara 2 è stato proprio il suo con il tempo di 1'36.312.

Jonathan Rea a Kyalami
Jonathan Rea a Kyalami
Jonathan Rea a Kyalami
Jonathan Rea a Kyalami
Jonathan Rea a Kyalami
Jonathan Rea a Kyalami
Jonathan Rea a Kyalami

"Le ultime gare hanno dimostrato che abbiamo bisogno di risolvere il problema. - ha concluso Rea ai microfoni di MCN - Nella gara di Assen avevo ancora problemi di chattering ma sono stato in grado di guidare bene lo stesso, in America invece non stato in grado di andare veloce ed avere la stessa fiducia per spingere lo stesso"

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: