SBK, Istanbul: la pioggia tiene tutti ai box nella Q2

Pioggia a Istanbul Park per il secondo turno di qualifiche del round turco del Mondiale SBK: pochissimi piloti in pista.

Superbike 2013 - Box e Paddock Portimao

La seconda sessione di qualifiche per il primo round turco nella storia del Mondiale SBK è stata flagellata da una insistente pioggia che ha reso ancor più viscido un tracciato normalmente già scivoloso, come comprovato ieri dalle numerose cadute (Badovini, Checa, Camier, Neukirchner) che hanno decimato il già scarno schieramento del massimo campionato di serie (cui va aggiunta l'assenza forzata di Loris Baz, che ieri non ha ricevuto l'idoneità per correre con la sua Kawasaki a causa dei persistenti problemi alla spalla.

Visto che comunque i tempi di ieri erano impossibili da migliorare a causa delle condizioni - con i partecipanti alla Superpole del pomeriggio che sono in pratica i 'superstiti' della FP1 che hanno avuto accesso alla Q1 di ieri pomeriggio - solo una manciata di piloti ha osato avventurarsi in pista, anche perchè le previsioni del tempo danno cielo sereno su Istanbul sia nel pomeriggio di oggi che per tutta la giornata di domani.

Lentissimi giri di ricognizione a parte, sono stati solo tre i piloti che alla fine hanno fatto registrare un tempo effettivo nelle qualifiche di questa mattina: Eugene Laverty (Aprilia Racing, 2'28.857), il neo arrivato dalla Moto2 Toni Elias (Aprilia Red Devild Roma, 2'19.839) e la wild card locale Yunus Ercelik (BMW Sampiyon 169 Team, 2'10.144), che come il connazionale Tolga Uprak (Kawasaki CMS-Eypbike Racing Team) parteciperà alla Superpole e avrà buone possibilità di conquistare punti iridati nelle gare di domani, grazie ad una griglia SBK ormai ridotta all'osso.

  • shares
  • Mail