Rossi, “Tornerò a vincere a Phillip Island”. Lorenzo, “Pista straordinaria”

Rossi e Lorenzo in corsa per il mondiale

Il lungo viaggio transoceanico porterà i protagonisti della MotoGP nell’emisfero sud del globo terracqueo, per la precisione in Australia nella splendida terra dei canguri. Con il mondiale costruttori già assegnato al team Fiat Yamaha, sarà di nuovo battaglia tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, gli unici due piloti matematicamente in grado di conquistare il titolo iridato dopo la tappa portoghese dell'Estoril.

Il pesarese non solo farà di tutto per difendere i 18 punti di vantaggio sul compagno di squadra, ma dovrà prestare molta attenzione alla determinazione del rinato Casey Stoner voglioso di ben figurare davanti al pubblico di casa.

"La gara dell'Estoril è stata una grande delusione per me, ma dobbiamo essere positivi e pensare che in una domenica storta siamo comunque riusciti ad arrivare quarti e a conquistare 13 importantissimi punti.” - ha dichiarato il fenomeno di Tavullia.

“La Yamaha ha studiato i dati del GP del Portogallo e siamo convinti che in Australia sarà tutta un'altra storia. Amo la pista di Phillip Island, ho ricordi fantastici nella mia lunga carriera. Mi sento in ottima forma. E' troppo tempo che non vinco qui e ho tantissima voglia di tornare sul gradino più alto del podio. Assisterete ad una grande battaglia tra me e Lorenzo, ma attenzione. Le prossime due piste sono tra le mie preferite in assoluto...”

Lorenzo è li, non molla, segue come un'ombra il "maestro" pronto a sferrare l'attacco decisivo: "Sono contentissimo dopo il mio quarto successo stagionale ed ora il mio obiettivo in Australia è confermare I recenti progressi e guadagnare più punti possibili. Phillip Island è una pista che amo particolarmente. Correre qui è sempre un qualcosa di speciale e se devo dirla tutta la ritengo la pista più bella del mondiale insieme al Mugello. Guidando a 250 chilometri orari si riescono a vedere i gabbiani ed il mare! Lo scorso anno non sono riuscito a salire sul podio ma non potrò mai dimenticare il 2007, anno in cui vinsi nella quarto di litro con 20 secondi di vantaggio sul secondo. La mia squadra è fiduciosa di poter ottenere ottimi risultati in queste settimane.”

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: