MotoGP a Donington: Rossi pronto a "risuonarle" all'apprendista Lorenzo?

1a Gallery MotoGP al Sachsenring

Lasciata la Germania il circus della MotoGP attraversa lo stretto della Manica destinazione Donington Park. Il team Fiat Yamaha continua a dettar legge con la coppia Rossi-Lorenzo ancora protagonista, stavolta al Sachsenring, di una gara mozzafiato.

Il fuoriclasse pesarese, a lungo residente nel Regno Unito, detiene il record assoluto di vittorie sul tracciato: 7 successi compresa la prima assoluta in 500 nell’ormai lontano 2000. Ma a dirla tutta Vale non sale sul gradino più alto del podio dal 2005, troppo per il Dio in terra delle due ruote.

“Qui lo scorso anno ho corso una buona gara, finendo secondo, ma quest’anno voglio vincere” - ha dichiarato Vale - “Donington è uno dei miei circuiti preferiti: veloce, fluido ma anche tecnico, e il Regno Unito per me è un posto speciale, perché per molto tempo ho abitato qui”

“Questo è l’ultimo anno nel quale gareggeremo su questo tracciato, e mi dispiace, ma questo mi rende ancora più deciso a vincere, per me e per i tifosi che mi hanno sempre considerato uno di loro. Non colgo un successo qui dal 2005 e mi piacerebbe salutare Donington Park con una vittoria. L’anno scorso non ce l’ho fatta contro Stoner, ma quest’anno la mia moto è molto competitiva e arrivo all’appuntamento in testa al campionato. Non abbiamo avuto molto tempo per riposare dopo il Sachsenring ma avremo una lunga pausa dopo questa gara. Spero di arrivare al break estivo con un vantaggio in classifica ancora maggiore”

Jorge Lorenzo, in un 2008 a dir poco travagliato, ottenne in Inghilterra un ottimo sesto dopo aver concluso le qualifiche in sedicesima posizione. Da incorniciare la prestazione del 2006, quando nella quarto di litro conquistò pole position e gara.

“Ovviamente il risultato ottenuto in Germania non mi soddisfa, ma considerando le mie condizioni fisiche devo essere soddisfatto di un secondo posto con un margine così stretto” - precisa il campione maiorchino.

“E’ un peccato che non ci sia stata adesso una settimana di intervallo per avere più tempo per recuperare, ma cercherò di rilassarmi per almeno un paio di giorni e ritemprarmi. Donington mi piace molto, e questo è l’ultimo anno qui: ci terrei a salutare questo circuito con un buon risultato. I fan britannici sicuramente si aspettano un’altra gara come al Sachsenring: vedremo come andrà, ma ovviamente intendo rovesciare il risultato. Il tempo, a Donington, può anche essere brutto; io spero rimanga asciutto, abbiamo già avuto troppa acqua al Sachsenring! Comunque, anche piovesse, non sarebbe la fine del mondo, ho dimostrato sabato scorso di essere forte anche col bagnato”

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina: