CIV Superbike: Ayrton Badovini firma per il Team KTM P&D

KTM RC8R Caracchi

Doveva essere Lorenzo Lanzi a portare in pista la KTM nel CIV Superbike del Team Scuderia Corse KTM P&D di Stefano Caracchi, invece il pilota romagnolo che si è liberato da team per avviare nuove trattative che lo porteranno (ce lo auguriamo davvero, ndr) al rientro nel Mondiale Superbike, ha lasciato il posto libero.

Ayrton Badovini appiedato pochi giorni fa dal team PSG-1 Corse di è accordato con Stefano Caracchi per portare in pista nel CIV Superbike la bicilindrica austriaca presa in cura dal mago Franco Farnè.

Queste le dichiarazioni dei protagonisti pubblicate da RacerGP. "L'inattesa partenza di Lorenzo Lanzi non posso negarlo ci aveva un po' spiazzati, poi purtroppo per lui, Ayrton Badovini è rimasto appiedato nel mondiale superbike, e a questo punto le nostre strade si sono incrociate, abbiamo fatto di tutto perchè Ayrton potesse correre con noi, fortunatamente questo è stato possibile, e dico fortunatamente perchè so che Ayrton aveva gia' avuto contatti importanti a Misano durante la prima prova del CIV. - ha dichiarato Stefano Caracchi.

"Averlo in squadra per noi è molto stimolante, Ayrton nello scorso campionato mondiale superbike con una moto privata, ha fatto segnare 5 superpole e diversi piazzamenti nella zona punti, cosa non facile vista la grande concorrenza del campionato, questo ci da' una grande fiducia per il futro immediato e per il futuro prossimo, dove contiamo di schierarci al via del mondiale 2010 ovviamente sempre con Badovini. Ma ora bisogna guardare al presente, e il presente è fatto di una moto che a Monza non sara' completamente in configurazione evoluzione, alcuni pezzi ancora non sono arrivati, e montarli senza fare test non avrebbe senso, sicuramente abbiamo tanto lavoro da fare, ma il potenziale della moto e degli uomini dello staff da Franco Farnè a Roberto Valletta fara' in modo che saremo competitivi molto presto."- ha aggiunto il team manager.

Queste invece le parole del neo pilota KTM, Ayrton Badovini: "L'esclusione dal mondiale Superbike per me è stata una mazzata, ritrovarmi cosi' fuori dalle corse non è per niente bello, fortunatamente diverse persone e team manager non si sono scordati di me, e gia' a Misano per la prima prova del CIV dove ero come come spettatore, ho avuto diverse offerte. Sono stato molto onorato di aver avuto questi attestati di stima, fanno piacere sopratutto in un momento della tua carriera cosi' particolare. Ho deciso poi di accettare l'offerta di Stefano Caracchi perchè oltre a lui ci sono nomi importanti, Franco Farnè e Roberto Valletta assieme a Stefano, hanno segnato pagine davvero importanti nella storia della superbike, oltre a questo la loro fiducia verso di me mi ha dato quella carica, che sicuramente ci aiuterà in questo inizio di stagione. Sono davvero onorato di essere parte di questo progetto, che ci dovrebbe portare a disputare il mondiale superbike nel 2010."

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: