Nicky Hayden è pronto ad iniziare la sua avventura con Ducati

Hayden è pronto a fare, molto, bene con la Ducati

Manca poco. Ormai quel che si doveva fare si è fatto, e fra poco ci sarà solo la pista ed il cronometro a lasciare giudizi inequivocabili: e tra questi grande attesa c'è per il debutto ufficiale di Nicky Hayden con la Ducati Marlboro. Un momento importante per Kentucky Kid, il cui obiettivo è tornare ad essere competitivo con il suo nuovo team.

E la situazione pare decisa rosea, come ammette un felice Hayden, Campione del Mondo 2006, che ha parlato ai microfoni di Motogp.com a pochi giorni ormai dall'inizio dei testi di Sepang, primo appuntamento della stagione 2009.

E l'arrivo in Ducati di Nicky pare essere stata la scelta giusta, oltre che l'opportunità di correre al fianco di un altro Campione del Mondo ed in un team decisamente competitivo, fattori che potrebbero creare un clima perfetto per l'americano.

E del resto così ci sonodue campioni del mondo (2006 e 2007) che avranno la possibilità di sfruttare la loro amicizia per sviluppare al meglio la nuova moto, cosa che di sicuro piace anche a Borgo Panigale. E sull'argomento l'americano ha commentato:

"In questo sport devi guardare principalmente a te stesso. Andremo per la nostra strada separatamente riguardo molte cose, ma ora, con i test ridotti e tutto quello che c'è da fare per diminuire i costi, credo sia un bene lavorare insieme. È ovvio che voglio essere più veloce di Casey e viceversa, e batterlo con la sua moto sarebbe una grande sensazione.

Fino ad ora è stato infortunato e non ha potuto testare la moto, ma credo che durante la stagione potremo condividere sensazioni e idee e rendere più forte questo team".

Archiviato il capitolo Honda dopo nove anni, chiuso comunque con una stretta di mano nonostante qualche incomprensione nella scorsa stagione, per Hayden è tempo di aprire una nuova pagina, che lo vedrà in sella alla nuova Ducati Desmosedici GP9:

"La moto è fantastica, il motore è rude, la parte anteriore è molto stabile soprattutto nelle curve veloci,´ha iniziato l'americano. `Non è una moto facile, inutile mentire, ma è una sfida. E poi questo non è uno sport facile! Sta iniziando a piacermi ma so di dover esser più veloce.

Ci sono stati grandi piloti che hanno faticato con la `Desmo´, e onestamente ero nervoso prima di firmare il contratto. Non sapevo come sarebbe andata, ma a distanza di qualche tempo posso dire che sta andando meglio di quanto mi aspettassi".

Ed a riguardo l'americano un ringraziamento particolare per chiudere la sua intervista lo fa: al Direttore del progetto Ducati in MotoGP Livio Suppo, uno che "ha avuto fin da subito grande fiducia in me,´dichiara Hayden. `Gliene sono grato e cercherò di ripagare tanta fiducia".

via | MotoGP (grazie ad Antosette per la segnalazione)

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: