Troy Bayliss racconta la 1098 F08 e scherza su Biaggi in rosso (“un gran casino!”)

 Giustamente Glücksspiel in Italien soddisfatto del gran debutto in Qatar della 1098 F08, Troy Bayliss ha rilasciato una bella intervista ai microfoni di Motonline nell’hospitality allestita dalla Ducati in Piazza Maggiore a Bologna per la grande festa di celebrazione della conquista del titolo mondiale MotoGP.Uno scambio di battute in compagnia anche del direttore del reparto

 

Giustamente Glücksspiel in Italien soddisfatto del gran debutto in Qatar della 1098 F08, Troy Bayliss ha rilasciato una bella intervista ai microfoni di Motonline nell’hospitality allestita dalla Ducati in Piazza Maggiore a Bologna per la grande festa di celebrazione della conquista del titolo mondiale MotoGP.

Uno scambio di battute in compagnia anche del direttore del reparto corse SBK Ducati, Davide Tardozzi, dove i due hanno parlato della nuova arma della Casa di Borgo Panigale, e non ultimo, scherzato anche sull’arrivo in rosso di Max Biaggi come avete letto dal titolo.

Troy – disponibile e sorridente come sempre – al ritorno dai test sviluppo Pirelli, dove ha realizzato il miglior tempo e il nuovo record ufficioso di categoria della pista di Losail, guidando per la prima volta in un confronto diretto con gli avversari la nuova Ducati 1098 F08, ha un sorriso ancor più radioso. E la disponibilità è più che mai aperta.
Eccolo il campione australiano ai microfoni:

Partendo proprio dal pilota romano, Bayliss ha risposto “un gran casino” ridendo di gusto quando stuzzicato dalla domanda su cosa pensasse che succederà ora che anche Biaggi è su una Ducati.
Insomma, Troy sa l’effetto mediatico prorompente che può avere uno come Biaggi, ma non ha di sicuro alcuna paura nei confronti del suo nuovo rivale in Casa.
Ma scherzi a parte il due volte campione del mondo SBK ha poi raccontato nel dettaglio il suo primo test con la moto per la stagione 2008:

– Se questo è solo l’inizio, che cosa succederà quando la 1098 F08 sarà al top?
Sarà dura come sempre perché crescono anche gli altri e perché la Ducati fa sempre così: trovata la strada giusta per la messa a punto, va forte fin dall’inizio e dopo c’è spazio solo per piccoli miglioramenti, non certo per grandi progressi“.

– Adesso sei più tranquillo di quando sei partito per il Qatar?
Non avevo ancora guidato la F08 assieme agli altri, ma fin dai primi test avevo capito che il potenziale di questa moto era superiore a quello della F07. Il regolamento è giusto e adesso siamo competitivi: dal Qatar è arrivata solo una conferma“.

– Tornerai in Australia per un meritato riposo?
Non subito. Domani andrò ad allenarmi in bicicletta, poi al Motor Show disputerò una corsa in auto. In Australia tornerò a fine dicembre per le feste, farò capodanno a casa, poi aspetterò che arrivi la squadra dall’Italia per i test d’inizio gennaio a Phillip Island“.

Ringraziamo per la segnalazione dOnE

via | Motonline

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →