X-Mutant C5: l'Honda X-ADV mutante di Officine GP Design

X-Mutant C5 è un'Honda X-ADV molto speciale, pensato e costruito dai torinesi di Officine GP Design: l'ispirazione è arrivata dai mutanti dell'universo Marvel

Non è facile rendere ancora più particolare un mezzo già di per sé atipico e originale come l'Honda X-ADV, scooter crossover che la casa di Tokyo ha presentato proprio due anni fa all'EICMA di Milano. Eppure c'è chi questa sfida l'ha raccolta, nonostante le difficoltà: parliamo di Officine GP Design, atelier torinese che ha all'attivo ormai più di 100 special e nato dalla vulcanica mente di Luca Pozzato e Italo Santilli.

La botique piemontese, supportata da partner d'eccellenza come Motul, ha voluto mettere le mani sull'innovativo commuter dell'Ala Dorata, ispirandosi al mondo Marvel: il nome, X-Mutant C5, si rifà proprio ai più potenti mutanti dell'universo fumettistico del brand statunitense

L'obbiettivo principale, l'idea di base, era quella di trasformare uno scooter - certamente molto peculiare, ma pur sempre uno scooter - in una moto: tutto ciò, va sottolineato, senza intervenire sul telaio, che non ha subito né tagli né modifica alcuna. Nemmeno la strumentazione, per volere di Honda stessa, è stata toccata.

La struttura di questa one-off è in alluminio, interamente battuta a mano; le forme sono spigolose, aggressive, dominate da linee squadrate e taglienti. La fanaleria, che sfrutta la tecnologia full-LED, è stata ideata da OGPD, e nel faro anteriore riprende la "O" del logo di Officine GP Desing.

La sella monoposto, di colore nero, è opera di Foglizzo Leather, mentre lo scarico, collettori compresi, è realizzo appositamente per questa special dai lombardi di SC Project. Anche i cerchi in lega, marchiati OZ, sono un pezzo unico costruito ad hoc per la X-Mutant C5. Lightech, dal canto suo, ha fornito parte della componentistica tra cui pedane, specchi, paraleve, tendicatena e paracatena posteriore.

Possiamo dire senza dubbio che la sfida di Officine GP Design è bella che vinta...

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail