Motociclismo, la passione contagia gli italiani. Ma i genitori spingono i figli in … piscina e non sugli autodromi

Il motociclismo è il terzo sport più seguito dagli italiani ma non quello praticato...

yamaha-valentino-rossi-test-valencia-day2-9.jpg

Se è vero che “Ogni scarrafone è bello a mamma soja” è altrettanto assodato che ogni appassionato di sport stravede per quello che pratica o che segue maggiormente dal vero o in tv e via internet. Ciò vale, in modo particolare, per i motociclisti e per gli amanti delle corse i quali pensano che anche tutti gli altri comuni mortali vadano pazzi per il mezzo a due ruote e per le competizioni negli autodromi. Ma la realtà non è sempre quella desiderata. Facciamo parlare i numeri. Quali sono In Italia gli sport più praticati? Il calcio, si dirà! No. L’ultima indagine Ipsos-stage-up dice altro.

yamaha-valentino-rossi-test-valencia-day2-5.jpg

Dal 2016, per la prima volta nel nostro Paese, il calcio è battuto dal nuoto, almeno per quel che riguarda la pratica attiva. Infatti, se si continua a parlare molto (troppo?) del pallone (sempre al primo posto nell’interesse degli italiani: 31.726.000 pur con un calo di 490.000 persone), gli italiani vanno però sempre più in piscina: sono infatti 4.169.000 i nuotatori (fra agonisti e amatoriali) contro 3.952.000 calciatori e, al terzo posto, 1.661.000 ciclisti. L’effetto Magnini-Pellegrini, si dirà!

yamaha-valentino-rossi-test-valencia-day2-2.jpg

Perché no? Ogni sport ha il proprio campione-star che accende la passione e fa da volano per le masse. Do you remember Albertone Tomba nello sci? E, per “noi”, quanto ha fatto Valentino Rossi? Ecco, quanti sono gli italiani che vanno in strada con le due ruote a motore e quanti quelli che seguono le corse? I primi sono oltre 6 milioni e mezzo mentre i secondi – gli appassionati (?!) che seguono le vicende agonistiche di Rossi&C - sono ben 28.887.000 (+778.000 quest’anno), cioè al terzo posto assoluto dietro al calcio di cui abbiamo detto sopra e all’automobilismo F1 (29.908.000, + 618.000).

yamaha-motogp-mugello-2016-169.jpg

Un altro dato interessante riguarda i genitori, i quali preferiscono far praticare ai loro pargoli sport quali il nuoto nella logica dello sport-benessere e salute. E tutti i padri e tutte le madri che spendono fior di quattrini e sono al limite dell’infarto per portare i loro “piccoli” a gareggiare in minimoto, emuli di Valentino? Sono, piaccia o no, delle eccezioni rispetto a calcio, nuoto, ciclismo e anche tennis ecc.

2015 guido meda sky-sport-motogp

E’ evidente che i fattori che non premiano il nostro sport sono diversi, fra cui gli impianti (pochi e distribuiti a macchia di leopardo, con il Sud quasi assente), i costi pesanti anche per iniziare e soprattutto per proseguire, i rischi anche fisici che, pur ridotti negli ultimi anni, restano alti. Insomma, se Valentino resta un mito anche per i più piccoli fan, mamma e papà – intesi come massa – i genitori preferiscono accompagnare il proprio figlio in piscina che in autodromo. Poi, invece, la domenica, tutti davanti alla tv e saltare insieme sul divano spinti dal Guidone nazionale. Fin che dura!

Vota l'articolo:
4.01 su 5.00 basato su 109 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO