Moto3: Fenati, ecco cosa è accaduto. Dalla Porta al suo posto?

Il quotidiano Marca racconta quello che sarebbe accaduto nel sabato del Red Bull Ring. Al posto dell'ascolano arriva il toscano dominatore del CEV?

lorenzo-dalla-porta.jpg

La vicenda Romano Fenati-VR46 è stato uno degli argomenti che - purtroppo - ha infuocato il fine settimana del Red Bull Ring. E' indubbio come un pilota al centro di un progetto come quello della compagine tricolore, messo alla porta susciti clamore, ed anche tra addetti ai lavori e tifosi, le opinioni si son divise. Certo è che il comunicato stampa è stato estremamente asettico e duro nella forma, segno di un rapporto non più semplicemente incrinato, ma piuttosto rotto, come sottolineato poi dalle stesse parole di Valentino Rossi, che ne decretava la firma in calce sulla fine di un progetto che avrebbe visto l'ascolano passare in Moto2 nella prossima stagione. La realtà dunque prenderà strade diverse,ed è stato un pò un fallimento di tutti, sia per il ragazzo-pilota, che per il team.

Una situazione insostenibile che a cui Marca ha aggiunto dei dettagli che servono a delineare meglio il quadro. Questo non significa gettare la croce addosso ad un protagonista della vicenda piuttosto che altri, ma serve solo a specificare quanto accaduto. Sta sempre al lettore farsi un'opinione, un giornalista deve riportare i fatti.

Fatti e vicende che, secondo Marca, raccontano di un Fenati che avrebbe "insultato e aggredito" il suo tecnico delle sospensioni, Pietro Caprara.

Da li, Pablo Nieto, team manager, avrebbe separato i due, aiutato da Uccio Salucci, amico di Valentino ed a capo della squadra. Sempre secondo il quotidiano spagnolo, lo stesso Uccio avrebbe portato Fenati in Hospitality per calmare il pilota, ma la situazione è di contro peggiorata, tanto da giungere a mettersi le mani addosso, con a quel punto il gesto del lancio del pass da parte del pilota verso Salucci. Convinto oramai di una situazione compromessa, Fenati si sarebbe proposto per effettuare un test con il team Ongetta per il lunedi, test rifiutato per un diktat da parte di Honda.

fenati-romano-motegi-moto3.jpg

Nel frattempo ovviamente i vertici del team hanno informato Valentino Rossi di quanto accaduto. Fine delle trasmissioni e comunicato stampa che tutti abbiamo letto il sabato. Una storia finita male: Fenati potrebbe comunque essere rimpiazzato da un italiano che, tra il 2015 ed il 2016, si è messo decisamente in mostra nel palcoscenico internazionale: Lorenzo Dalla Porta.

Secondo quanto riportato dai colleghi di Speedweek, il toscano - grande protagonista nel CIV negli anni passati, ottimo in sella alla Husqvarna del team Laglisse lo scorso anno e dominatore del CEV quest'anno - potrebbe entrare a far parte della scuderia VR46. Il 20enne, ha già ben figurato quest'anno come sostituto di Ottl al GP del Mugello, ma anche in Olanda al posto di Jorge Navarro.

Ora dopo un passato burrascoso nel Team Italia, dopo essere entrato in conflitto con Brazzi, Guareschi, Caprara e Uccio, dopo gli scontri verbali con Bulega e tanto altro la fama di Fenati lo identifica come pilota tutt'altro che facile per qualsiasi Team e non sarà certo facile per l'ascolano trovare rapidamente una sella soprattutto in un Team di punta. Forse sarà utile qualche seria riflessione su tutta la vicenda perché il professionismo vuol dire anche saper gestire situazioni a volte complicate, pressioni esterne e rapporti umani.

romano-fenati-sky-racing-vr46-moto3-2015-55jpg

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: