UPDATED - MotoGP: stagione finita per Ben Spies?

MotoGP 2012 - Sepang - Box e Paddock

Cattive notizie per il texano Ben Spies, vittima domenica di una brutta caduta nel corso del GP di Malesia della classe MotoGP. Contrariamente a quanto dichiarato dallo stesso alfiere del team Yamaha Factory Racing nel dopo-corsa - dicendosi sicuro di poter prendere parte al GP di Australia di questo fine settimana - le conseguenze dell'incidente si sono rivelate più gravi di quanto diagnosticato in un primo momento. Visto il persistere del dolore, l'americano si è infatti sottoposto a risonanza magnetica presso l'ospedale di Kuala Lumpur, esame che ha rivelato la frattura di una costola sul fianco sinistro che potrebbe aver addirittura danneggiato anche il polmone.

Al momento il team non ha rilasciato alcuna comunicazione ufficiale a riguardo, ma vista l'entità del problema appare al momento difficile ipotizzare la presenza in griglia dell'americano sul circuito di Phillip Island, e anche la sua partecipazione all'ultimo round di Valencia - previsto per il prossimo 11 Novembre - è per forza di cose in dubbio. Lo stesso Spies ha inoltre fatto sapere tramite il suo account Twitter di essersi già imbarcato per gli Stati Uniti, ma che non può dire nulla sull'infortunio in attesa di un comunicato ufficiale della squadra.

Anche in considerazione del meteo di Sepang, vale proprio la pena di dire che 'piove sul bagnato' per il pilota texano, più volte bersagliato dalla sfortuna in questa stagione ma il cui rendimento generale è stato sicuramente inferiore alle attese. Spies - che è attualmente 10° in classifica a quota 88 punti - potrebbe anche decidere di non terminare questa stagione per recuperare il prima possibile in vista della prossima, nella quale affianchera Andrea Iannone nel nuovo team Ducati Junior.

UPDATE: il team Yamaha Factory Racing ha nel frattempo rilasciato un comunicato con cui ufficializza l'assenza di Ben Spies all'imminente GP d'Australia, con il texano che dovrà sottoporsi ad intervento chirurgico per i problemi alla spalla e alla costola. La squadra ha inoltre confermato che, a causa dell'evidente mancanza di tempo, l'americano non sarà sostituito per il round di Phillip Island. Leggi le dichiarazioni rilasciate da Spies dopo il 'continua'.

MotoGP 2012 - GP di Sepang
MotoGP 2012 - GP di Sepang
MotoGP 2012 - GP di Sepang
MotoGP 2012 - GP di Sepang

Queste le parole di Ben Spies rilasciate a corredo del comunicato Yamaha: "Sono senza parole, è stata una stagione difficile con una quantità incredibile di sfortuna. Abbiamo sempre corso per dare il 100%, e questa era l'intenzione mia e del team anche per Phillip Island. Domenica ho preso davvero un brutto colpo, e dagli esami che ho fatto oggi risulta evidente che alcune delle lesioni che ho rimediato richiedono attenzione immediata."

"E' molto deludente per me tornare negli Stati Uniti invece di volare verso Phillip Island - ha aggiunto - ma è ovviamente importante ricevere il giusto trattamento il prima possibile. Mi dispiace per la squadra, e voglio ringraziarli per tutto il duro lavoro che hanno fatto fino ad oggi insieme a Yamaha: la nostra situazione attuale non è quella in cui dovremmo trovarci".

MotoGP 2012 - GP di Sepang
MotoGP 2012 - GP di Sepang
MotoGP 2012 - GP di Sepang
MotoGP 2012 - GP di Sepang

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: