Valentino Rossi: "Come ho goduto!"

Valentino Rossi e Alessio Salucci

Erano ben 5 gare che il fuoriclasse di Tavullia non saliva sul gradino più alto del podio. Nulla di strano per un pilota qualsiasi, ma non per lui. 5 gare che hanno probabilmente messo nella testa di Valentino dubbi che forse mai, nella sua lunga carriera, lo avevano lontanamente scalfito.
Eppure è proprio nei momenti difficili che un vero campione dimostra di avere un cuore, delle emozioni proprio come noi comuni mortali. La vittoria di Jerez de la Frontera ha un sapore tutto speciale per Rossi: "È stato bellissimo. Di solito quando si sta davanti da soli tutta la gara, alla fine diventa un po' pesante. Oggi è stato diverso. È stata una giornata splendida, la mia Yamaha era perfetta e le gomme hanno funzionato benissimo."
Il fantasma del 2006 sembra ormai lontano anni luce dopo i due ottimi risultati di inizio stagione: "L'anno scorso sono state gare particolari abbiamo sempre fatto grande fatica. Quest'anno abbiamo iniziato meglio e il periodo senza vittorie non è stato così buio perché pur senza vincere in queste gare sono stato quasi sempre davanti.
In questo fine settimana ho notato da tanti una grande voglia che qualcuno mi battesse. Ho dimostrato che sono ancora io l'uomo da battere. Ora ci aspettano Turchia e Cina. Sarà più difficile per noi. Tra i giovani emergenti temo molto Pedrosa. Stoner ha un gran talento, ma lo spagnolo è sicuramente più costante"
via | Gazzetta.it

  • shares
  • Mail
78 commenti Aggiorna
Ordina: