Yamaha YZF-R1M 2015: nuovi video ufficiali

Unitamente alla nuova R1, Yamaha ha presentato anche la sua versione più evoluta dedicata ai team di professionisti e ai piloti più esperti: scopriamola con questo video.

Yamaha YZF-R1M 2015 - In questo periodo, la nuova Yamaha R1 2015 è sicuramente una delle moto più chiacchierate e attese nel pianeta delle due ruote. La nuova superbike di Iwata, che ha debuttato ufficialmente all'ultimo salone EICMA di Milano, è stata recentemente la vera protagonista della presentazione ufficiale delle squadre Yamaha Racing 2015, durante la quale l'abbiamo vista in tutte le declinazioni che ne segneranno il debutto agonistico in vari campionati.

Yamaha naturalmente gode di grande fiducia nella sua nuova R1, una moto che è stata progettata e realizzata proprio per dare il massimo in pista (come confermato dal Road Racing Project Manager Andrea Dosoli nel corso della nostra intervista esclusiva - e ora ci si aspetta che sia il cronometro a confermare quanto di buono detto finora su questa nuova 'millona' giapponese.

Nell'attesa di vederla in azione in pista nei vari campionati in cui sarà impegnata (EWC, IDM, BSB e FIM Cup Superstock 1000, tanto per citare solo quelli in cui sarà presente con team ufficiali), possiamo ingannare l'attesa questi due nuovi video della R1M, la variante dichiaratamente 'pistaiola' della R1 che sarà disponibile a partire da Marzo 2015 nella sola colorazione 'Silver Blu Carbon' al prezzo di 22.990 €.

Yamaha YZF-R1M 2015: il video ufficiale

La nuova Yamaha YZF-R1 2015 è senza dubbio una delle moto più attese di quest'anno, ma quando la casa dei tre diapason la presentò al Salone EICMA di Milano dello scorso Novembre, insieme a lei c'era anche la speciale versione YZF-R1M, definita come la versione che più si avvicina al prototipo YZR-M1, il bolide che il colosso giapponese schiera in MotoGP.

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015


Fondamentalmente, la R1M è una variante della nuova R1 completamente votata alla pista, da cui deriva il largo uso di fibra di carbonio per le sue componenti, ma ciò che la rende diversa dalla moto 'standard' sono innanzitutto il sistema sospensioni elettroniche Öhlins Electronic Racing Suspension (ERS), che sfrutta il lavoro della famigerata IMU a 6 assi (l'avanzata piattafomra inerziale per il rilevamento dati) e la Communication Control Unit (CCU), ovvero un'interfaccia elettronica studiata per l'uso in circuito e che permette -tra le altre cose - la regolazione istantanea di vari parametri (anche via smartphone, grazie all'apposita App).

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015


Yamaha USA ha recentemente rilasciato questo interessante video in cui illustra con buona dovizia di particolari tutte le caratteristiche principali della moto. A fare da cicerone in questa clip c'è Josh Hayes, quattro volte campione AMA Superbike e quindi sicuramente qualificato per il compito, nel quale viene supportato da diverse ricostruzioni grafiche esplicative. La R1M sarà realizzata in tiratura limitata e destinata ai clienti premium, team e piloti. Nel 2016 dovrebbe debuttare nel Mondiale Superbike, ma prima di allora è attesa alla sfida della BSB, dell'IDM e del Tourist Trophy dell'Isola di Man, dove a guidarla ci sarà il 'fenomeno' Michael Dunlop.

Yamaha YZF-R1M 2015: la nuova R1 pronto-pista

Yamaha YZF-R1M 2015

Alla vigilia del Salone EICMA 2014 di Milano, insieme alla nuova Yamaha YZF-R1 2015, la casa di Iwata ha presentato anche la sua evoluzione 'track-oriented' denominata Yamaha YZF-R1M, una variante 'Special Edition' ancora più seccamente votata alla prestazione pure ed espressamente dedicata a 'professionisti' e piloti con un buon livello di esperienza. A far la differenza rispetto alla già impressionante nuova versione standard della R1 sono le sospensioni elettroniche Electronic Racing Suspension (ERS), il Communication Control Unit (CCU), la carena in carbonio e gli pneumatici Bridgestone con specifiche da competizione.

Confermato quindi anche per questa moto il nuovo motore 4 cilindri fronte-marcia da 998 cc, 4 valvole per cilindro con nuovo albero motore 'crossplane' di derivazione MotoGP, sistema noto per gli 'scoppi irregolari', con 200 CV di potenza dichiarata 'con airbox non in pressione'. Stesso discorso per l'impianto frenante con due dischi da 320 mm e pinze radiali monoblocco a 4 pistoncini all'avantreno e disco da 220 mm con pinza flottante a pistoncino singolo dietro. Non manca ovviamente l'avanzata piattaforma inerziale IMU (Inertial Measurement Unit) a 6 assi e tutta la dotazione elettronica, con Slide Control, Lift Control, Quickshifter, Launch Control e ABS con Unified Brake System.

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015


Nel dettaglio di quello che invece cambia sulla questa variante 'pistaiola', la R1M è equipaggiata con sospensioni elettroniche Öhlins Electronic Racing Suspension (ERS), anteriore e posteriore, studiate per sfruttare ancora meglio il suo potenziale in pista e che lavorano in combinazione con l'IMU a 6 assi e altri vari sensori: in base alle condizioni di guida, la centralina Suspension Control Unit (SCU) attiverà quindi le regolazioni per le sospensioni, garantendo maggiore stabilità e controllo in frenata. Analizzando in tempo reale i dati forniti dall'IMU, ERS in pratica modifica compressione ed estensione sui valori ritenuti ideali.

Le nuove sospensioni elettroniche ERS offrono la scelta tra modalità manuale ed automatica, con tre possibili tarature per un totale di sei livelli a disposizione del pilota, per adattare la moto allo stile di guida e alle diverse condizioni. Per una maggiore efficienza, la forcella a steli rovesciati da 43 mm ha circuiti di smorzamento separati: la compressione nello stelo sinistro, l'estensione nello stelo destro.

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015


La Communication Control Unit (CCU) è un'interfaccia con funzione di data-logging che permette al pilota di memorizzare molte informazioni sulla guida, tra cui tempi sul giro, velocità, posizione dell'acceleratore, angolo di piega, tracking GPS etc. I dati possono essere visti, comparati e condivisi con un tablet, usando una connessione wireless con la CCU di YZF-R1, in modo da analizzare le gare precedenti o le sessioni in pista e modificare la guida di conseguenza. Scaricando un'app, i settings possono essere cambiati via wireless in modo rapido e facile.

La carena, il parafango anteriore e il coprisella sono in carbonio, a ribadire l'impostazione sfacciatamente da Superbike. La leggera carena in carbonio ha un film trasparente, mentre alcune sezioni nella parte superiore, centrale ed inferiore hanno una speciale verniciatura silver con effetto metallico, con accenti racing blue in tinta con i cerchi in stile YZR-M1 dello stesso colore.

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015


La nuova Yamaha YZF-R1M utilizza un serbatoio in alluminio spazzolato con rivestimento trasparente e le parti della carena verniciate anche qui in 'silver', mentre il forcellone con capriata di rinforzo è anch'esso in alluminio spazzolato (ed in contrasto con la verniciatura nera del forcellone di YZF-R1 2015). Altri dettagli esclusivi di questa variante sono le pinze radiali color oro del freno anteriore e gli steli forcella dello stesso colore.

Come già detto, la Yamaha YZF-R1M 2015 avrà una tiratura limitata: team e piloti privati potranno prenotarla attraverso un apposito modulo di richiesta specifico per questo singolo modello, che sarà disponibile on-line da inizio Dicembre 2014 sul sito ufficiale di Yamaha Motor Italia.

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015

Yamaha YZF-R1M 2015 - Scheda Tecnica

Yamaha YZF-R1M 2015

Motore
Tipo motore: 4 cilindri frontemarcia, raffreddato a liquido, 4 tempi, 4 valvole, DOHC
Cilindrata: 998 cc
Alesaggio per corsa: 79,0 x 50,9 mm
Rapporto di compressione: 13,0:1
Potenza massima: 147,1 kW (200CV) @ 13.500 giri/min
Coppia massima: 112,4 Nm (11,5 kg-m) @ 11.500 giri/min
Lubrificazione: Lubrificazione forzata, bagno d'olio
Alimentazione: Iniezione elettronica
Frizione: Dischi multipli, in bagno d'olio
Accensione: TCI
Avviamento: Elettrico
Trasmissione: Sempre in presa, 6 marce
Trasmissione finale: Catena
Rapporto di trasmissione primario: 67 / 41 (1.634)
Rapporto di trasmissione secondario: 41 / 16 (2.536)
1 marcia 39 / 15 (2.600)
2 marcia 37 / 17 (2.176)
3 marcia 35 / 19 (1.824)
4 marcia 30 / 19 (1.579)
5 marcia 29 / 21 (1.381)
6 marcia 30 / 24 (1.250)

Ciclistica
Telaio: Deltabox in alluminio
Sospensione anteriore: Forcella telescopica a controllo elettronico Öhlins, ø 43 mm
Escursione ruota anteriore: 120 mm
Sospensione posteriore: Forcellone oscillante, leveraggio progressivo, monoammortizzatore a controllo elettronico Öhlins
Escursione ruota posteriore: 120 mm
Angolo inclinazione cannotto di sterzo: 24°
Trail: 102 mm
Freno anteriore: Doppio disco, idraulico con pinze monoblocco, ø 320 mm
Freno posteriore: Disco singolo, idraulico, ø 220 mm
Pneumatico anteriore: 120/70 ZR17M/C (58W) - Bridgestone Race
Pneumatico posteriore: 190/55 ZR17 M/C (75W) - Bridgestone Race

Dimensioni
Lunghezza: 2.055 mm
Larghezza: 690 mm
Altezza: 1.150 mm
Altezza sella: 860 mm
Interasse: 1.405 mm
Altezza minima da terra: 130 mm
Peso in ordine di marcia*: 200 kg
Capacità serbatoio carburante: 17 litri
Quantità olio motore: 3,9 litri
*compresi serbatoi olio e carburante pieni.

Guarda le foto della Yamaha YZF-R1M 2015

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 792 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO