SBK: Ernesto Marinelli spiega la Ducati 1199 Panigale 2014

Il Direttore del Progetto Ducati SBK evidenzia le novità della moto di quest'anno rispetto a quella 2013.

01 Marinelli

In una recente intervista rilasciata al sito ufficiale del Mondiale, Ernesto Marinelli, Project Manager di Ducati in Superbike, ha parlato di quelle che sono le principali differenze tra la Ducati 1199 Panigale che prenderà parte al campionato 2014 e la versione 2013 in pista lo scorso anno.

Dopo un 2013 descisamente al di sotto delle aspettative con il team Alstare e i piloti Carlos Checa e Ayrton Badovini (che ha fruttato solo un podio a Mosca) la 11pp Panigalee è chiamata a rifarsi con gli interessi nel 2014 con il nuovo team ufficiale e i piloti Chaz Davies e Davide Giugliano. Le novità sulla moto riguardano principalmente le sospensioni, che devono sottostare al nuovo regolamento del price-cap introdotto quest'anno, e l'elettronica, più altre piccole migliorie in varie aree:

"Sulla 1199 Panigale 2014 ci sono alcuni elementi chiave che sono cambiati rispetto alla versione 2013. Per quanto riguarda le sospensioni [Ohlins], abbiamo una nuova forcella RSP25 con un inedito sistema di montaggio/smontaggio rapido che abbiamo sviluppato internamente in Ducati e un'aggiornamento anche per il posteriore, con l'adozione del mono RSP40. Per quanto riguarda i freni invece, abbiamo dei nuovi dischi da 328 x 6.5 della Brembo."

"Passando al motore, ci sono stati alcuni piccoli aggiornamenti rispetto al propulsore dello scorso anno che ci hanno consentito di aumentarne leggermente la potenza. Il telaio è rimasto quasi immutato, solo qualche aggiornamento minore, ma speriamo che tutto questo ci permetta di fare una buona stagione."

Parlando poi a margine della presentazione ufficiale del nuovo team Ducati Superbike, Marinelli è entrato nello specifico per quanto riguarda altri aspetti:

"L'elettronica è sicurmante una delle rivoluzioni più accentuate rispetto all'anno scorso. L'abbiamo riprogettata completamente: c'è una nuova centralina, con tutto il sistema dei cablaggi che è stato ridisegnato e ricollocato, e questo ci ha consentito di avere più efficienza e nuove strategie - che ovviamente, nella dinamica del veicolo, sono molto importanti - ma anche un nuovo layout, che ci ha consentito di ridurre il peso rispetto a quella dell'anno scorso. E abbiamo lavorato anche sul 'plexi', per dare maggiore protezione al casco dei piloti."

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: