Randy De Puniet: "Mi prendo un anno sabbatico"

Il pilota francese, a Valencia per i test con la ART del team Paul Bird Motorsport, annuncia il suo temporaneo ritiro dalle corse.

Randy De Puniet Aspar Team MotoGP 2013

Randy De Puniet, esperto pilota francese, che ha da poco concluso la sua seconda stagione col team Aspar, aveva confermato la sua presenza ai test di Valencia per provare la ART del team Paul Bird Motorsport, unica squadra in MotoGP ad aver mantenuto le Aprilia, dopo che Cardion AB e lo stesso Aspar ha optato per le Production Racer Honda.

Ma il francese ha comunicato poche ore fa al magazine L'Equipe, che non ha intenzione di correre nel 2014, o perlomeno in MotoGP:

"Ho deciso di prendere un'altra direzione, proseguirò il lavoro con Suzuki per seguire lo sviluppo della nuova moto".

Dichiarazione laconica, dove per Suzuki si intende ovviamente la XRH1 che debutterà nel Mondiale 2015, che il pilota ha già provato come colladatore in diversi test nel 2013. Quella di De Puniet è stata una scelta in parte obbligata, visto l'arrivo di Nicky Hayden nel team Aspar, ma il francese, al momento l'unico pilota d'oltralpe nella classe regina, non disdegnerebbe di partecipare a qualche gara in qualità di wild card.

Randy De Puniet è nato il 14 febbraio 1981 a Andresy e deve il suo nome al grande Randy Mamola, di cui il padre era un tifoso. Corre nel Motomondiale dal 1999 quando debuttò in 125 con l'Aprilia. Tra i suoi migliori risultati ricordiamo il 2003, quando sempre con la Casa di Noale chiuse il campionato delle 250 al 4° posto. Quest'anno ha terminato 15° in classifica generale e il miglior piazzamento è stato un 10° posto nel recente GP di Australia.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: