Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

Scritto da: -

Shoya Tomizawa

Il procuratore di Rimini, Paolo Giovagnoli ha aperto un fascicolo d’inchiesta sulla morte del giapponese Shoya Tomizawa caduto rovinosamente ieri nella Moto2 nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.

Il Pm sta valutando quale ipotesi di reato formulare a carico di ignoti: dovrebbe essere l’omicidio colposo. Dopo l’ispezione esterna del corpo del centauro, eseguita oggi, sarà disposta a breve l’autopsia. Il Pm vuole accertare innanzitutto se abbia avuto conseguenze sul decesso del pilota la sua caduta dalla lettiga dei soccorritori, avvenuta proprio perchè uno di loro era inciampato nella ghiaia a bordo pista.

Grazie a switch per la segnalazione.

via | Ansa

Vota l'articolo:
3.98 su 5.00 basato su 112 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: saggio89

    Atto doveroso, ma spero non si crocefigga quel soccorritore. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by:

    è quello che speravo!!!! Se come hanno dichiarato hanno fatto tutto il possibile e nel migliore dei modi allora siamo freschi!!!!! probabilmente sarebbe morto comunque ma non è così che si soccorre un pilota che ha avuto un incidente! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by:

    Povero…di sicuro non è colpa del soccorritore! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by:

    Incidenti simili lasciano poche possibilità…PURTROPPO c'è poco da fare. Craig Jones l'anno scorso è morto nella stessa maniera, ma oltre al blocco immediato della gara ci fu anche un tentativo di rianimazione sul posto. Cosa che purtropop non è avvenuta…e bisognerebbe accertare la motivazione di ciò. Il povero Tomizawa forse era già morto… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: pinius

    il soccoritore non centra nulla…. l'impatto con la moto a mezzo tronco del povero pilota credo sia stato mortale. Da mettere in croce sarebbero ben altri personaggi che hanno permesso sapendo: - la continuazione della gara - la premiazioni con tanto di coppe - la banda di TIFOSI DEFICIENTI che suonavano le trombette Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: pinius

    Ovviamente la DIREZIONE GARA : RACCAPRICIANTE!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: Asdrubale237

    Devono denunciare chi ha messo l erba sintetica in quel punto ! Speriamo che non crocifiggano uno di quei soccorritori…hanno rischiato anche loro grosso dato che neanche le bandiere gialle hanno esposto… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: dars

    Probabilmente non ci sarebbe stato nulla da fare ma il modo in cui è stata gestita la situazione è raccapricciante. A parte questo caso vedo troppo spesso caricare piloti in barella in fretta e senza il ”cucchiaio” impiegato per ridurre i rischi di peggiorare eventuali danni spinali, in questo caso è sembrato di fare un balzo indietro nel tempo di 40 anni quando i piloti venivano soccorsi spostandoli come sacchi di patate. La colpa non è del soccorrotore caduto ma della direzione gara che gli ha di fatto costretti ad intervenire troppo velocemente. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: paolinovaivaivai

    A ucciderlo è stata sicuramente l'emorragia addominale interna. Gli sarà esploso l'intestino come minimo. Il povero soccorritore non credo abbia alcun nesso. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: dars

    Fatemi anche sottolineare la stupidità dei tifosi di Rossi a fine gara erano tutti presi a fischiare Lorenzo, davvero vergognoso. Sono cose che detesto in qualsiasi gara e che sono emerse solo con il fenomeno mediatico di Rossi ma in questa, gara con quello che era successo prima, è ancora più detestabile. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: passione

    Assurdo, ma come si fa a fare una cosa del genere, per me i soccorritori e la direzione hanno sbagliato, sono dei criminali, non si doveva muovere dal posto. Non hanno fatto altro che peggiorare la situazione. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: winerider

    Atto doveroso, anche se il soccorritore inciampato non può essere assolutamente responsabile dell'epilogo. Le responsabilità casomai sono del direttore di gara e di chi gli ha riportato i fatti. Vergognoso il comportamento di alcuni dei tifosi di Rossi, adesso però la smetterei di chiamarlo in causa per qualsiasi cosa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: hobbywbue

    purtroppo è stata una tragica fatalità, tutto questo fa parte del rischio del mestiere. dispiace vedere certe immagini, e certi comportamenti dei tifosi che voglio sperare non si fossero resi conto dell'accaduto. ma noto con tristezza che si sta strumentalizando la morte di un 19enne per vendere giornali e tirar su gli indici di ascolto. se il rispetto è mancat durante la gara di moto2/motogp che almeno ci sia nei giorni seguenti. facciamo un pò di rispettoso silenzio, quel che è stato è stato ormai… per tomyzawa e per le altre centinaia di motociclisti che muoiono ogni settimana in tutto il mondo… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: vittorioducatista

    mi dispiace per tomi ma da un incidente cosi nn si esce vivo… certo che questi piloti presi come sacchi di patate, senza interruzione della corsa, tutto questo perche lo show deve andare avanti…ricordate anche barcellona l'incideente sul traguardo! poi una cosa mi lascia, perplesso perchè lorenzo lo sapeva già? allora come lui li in mezzo lo sapevano tutti…la corsa non doveva partire…e poi perchè alla fine tutti ad impennare e fare volti scuri davanti alle telecamere e sorrisini con i tecnici…mah Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: cks-v60

    Dars #10… +1 per te!!! Quoto in pieno Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: exogino

    E' la prassi, e l'omicio colposo è il minimo che viene dato per aprire l'inchiesta. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: turinos

    @9: infatti.. Penso che nemmeno il soccorso più efficiente avrebbe potuto salvarlo vista la violenza dei colpi che ha subito. C'è da dire però che un arresto cardiaco si può recuperare, ma solo con un intervento praticamente immediato, ovvero l'arrivo istantaneo di un'ambulanza sul posto. Comunque secondo me la cosa più grave di tutto l'accaduto è senza dubbio la presenza dell'erba sintetica a bordo pista…a sto punto già che c'erano potevano mettere del vetro insaponato magari… Senza contare la premiazione svolta come se nulla fosse, con tutti che sapevano - a detta di Lorenzo - prima ancora di partire! Ma in che società viviamo? Ma soprattutto, dove andremo a finire mi chiedo… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: vestito_buono

    sicuramente non è stata la caduta dalla barella a causare la morte, certamente tutti i quelli che hanno assicurato (come nelle interviste riportate) che non c'era bisogno di interrompere la gara perchè la sicurezza dei soccorritori era garantita devono spiegare tante cose, magari l'indagine aiuterà a rimettere le cose al loro posto, compreso un certo modo di festeggiare. chissà se le cose sarebbero andate nello stesso modo se il pilota coinvolto non fosse stato uno sconosciuto della moto2… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: ALITALIA

    Un PM che apre un'inchiesta del genere?? Forse qualcuno dall'alto gli avrà fatto capire che un colpevole bisogna tirarlo fuori perchè l'opinione pubblica è interessata al caso! Mah…secondo me il portantino non ha nessunissima colpa, i colpi che ha subito il giovane pilota sono stati violentissimi!! L'unica vergogna è stato il comportamento della direzione gara e basta!! Movimentate PM, magistratura e tutto quello che volete ma Tomizawa ormai non c'è più!! Cavolo ma indagate per ben altre cose buffoni della GIUSTIZIA!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: paolo0101

    x alitalia Hai detto parole sante. Ma se c'è da mettersi in vista e andare in televisione stai sicuro che un'inchiesta la fanno… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: madraffa

    #4 - Non è avvenuta la rianimazione? Ma stai scherzando? E secondo te cosa l'hanno portato dietro le barriere a fare? Hanno pure detto che non hanno usato l'elicottero proprio perchè in volo non è possibile continuare la rianimazione in volo, cosa che invece può essere fatta in ambulanza. #8 - Non è la direzione gara che decide come devono intervenire i soccorritori a bordo pista, ma sono loro stessi a prendere la decisione. Quando hanno visto la gravità non ci hanno pensato due volte e si sono precipitati per portarlo il prima possibile al riparo per permettere all'anestesita di praticare la rianimazione e poi di procedere il prima possibile con il trasporto in ospedale. #11 - A me risulta che i soccorritori siano medici, e fidati che hanno una preparazione decisamente superiore alla tua. Il tuo "non hanno fatto altro che peggiorare la situazione" mi piacerebbe sapere su quali basi medico scentifiche poggia. In mezzo a una strada è dura salvare la vita a uno messo così male, per questo esiste il Pronto Soccorso. #14 - L'ora del decesso era alle 14.19, è un atto legale che viene stabilito con una procedura ben precisa, quindi prima di tale ora nessuno poteva saperlo. Probabilmente qualcuno ha detto che la situazione era molto critica, e nel passaparola generale si è arrivati a dire al pilota che era già morto. #18 - Il motivo per cui non hanno esposto la bandiera è molto semplice. Come il pilota è caduto, i soccorritori sono subito partiti per recuperarlo senza aspettare niente e nessuno perchè la situazione era palesemente molto grave. Subito la direzione ha chiesto se dovevano esporre la bandiera rossa, ma il medico, visto che il pilota stava già venendo trasportato dietro le protezioni, quindi in un posto sicuro dove praticare la rianimazione, ha detto che a lui la bandiera rossa non serviva. Quindi non l'hanno esposta. Questo è un'atto dovuto, e credo sia palese che il povero portantino non c'entra niente. Speriamo solo che sia una cosa rapida e che quel poveraccio non debba stare sotto la spada di Damocle per mesi e mesi. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: rospo77

    Ma non raccontiamoci ca***te…la rianimazione va fatta, e sottolineo VA FATTA sul posto e non ci vuole chissà quale medico per capirlo, te lo dice uno che si è schiantato in moto e a cui hanno eseguito i primi soccorsi sull'asfalto…conosci inoltre la barella a cucchiaio? Bene, ti spiego, è stata inventata per immobilizzare la schiena così da evitare di aggravare possibili fratture spinali e tu ne hai visto anche solo l'ombra? NO! E poi spiegaci com'è che un ambulanza che porta un ferito grave (che a tuo dire era ancora vivo visto che ti affidi all'atto ufficiale delle 14.19) se la prende con tutta calma invecce di arrivare quanto prima all'ospedale! Non provare a raccontare che andava piano perchè stavano eseguendo manovre rianimatorie perchè è una bestialità, visto che l'ambulanza non è attrezzata come l'ospedale per stabilizzare il ferito! Comodo scaricare la colpa sui medici che "avrebbero" dovuto esprimersi sulla necessità della "bandiera rossa"…ma la direzione gara cosa ci sta a fare? Quale impellenza impediva lo "stop" della gara tanto da rendere difficile i soccorsi "in loco" e costringere il barellista, che non va crocefisso visto che si doveva adeguare alla situazione assurda non voluta da lui, a inciampare nella ghiaia? La rianimazione va fatta sul posto e non "in un posto sicuo" perchè se parli di posto sicuro dietro le protezioni vuol dire che non hai fermato la gara rendendo di fatto "insicuro" il lavoro di chi doveva intervenire. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: biciofaz

    Meno male e speriamo che venga a galla il fatto che prima di tutto è lo spettacolo che questi s.t.r.o.n.z.i vogliono amndare a avanti…….no dico ma chi la preso su non si rende conto che è un celebroleso!!!!! quel corpo era già fin troppo strazziato dall'incidente figurati se 4 animali lo prendono su e lo sbattono su una lettiga e poi come gli avranno fatto scavallare il muretto????? Ora sicuramente quel povero giovane sarebbe , anzi a questo punto spero proprio che lo fosse già…..ma chi la soccorso dovrebbe essere imprigionato, ed inoltre che qualifica hanno questi fenomeni????? DA DENUNCIARE Ezpeleta, quello s………! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: lukin

    #13 dalle testimonianze di un tifoso, la morte di Tomizawa è stata annunciata dagli altoparlanti dell'autodromo dopo la gara, quindi si i tifosi sapevano ma se ne sono fregati, cosa davvero vergognosa e avvilente perchè c'è così poco rispetto per la vita Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: lukin

    #13 non concordo, se qualcosa di sbagliato è stato fatto, e dall'inchiesta presumo che uscirà, i giornalisti fanno bene a riportare i fatti e sollevare dubbi; certo non è bello sentire polemiche quando è morto un ragazzo, ma altri incidenti possono sempre capitare e bisogna essere sicuri che quello che si può fare venga fatto nel miglior modo possibile. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: gs

    l'unica colpa che ha l'erba sintetica è stata quella di ridare trazione alla moto già caduta e di conseguenza darle la motricità per riportarla verso l'interno della pista. Tomizawa era già caduto ben prima di arrivare sull'erba sintetica. Se ci fosse stato asfalto sarebbe stata la stessa cosa, solo la giaia o l'erba vera e propria avrebbero consentito alla moto di scivolare verso la via di fuga. Purtroppo per ragioni di sicurezza (sembra un controsenso ma purtroppo è così) all'esterno del cordolo sempre più spesso mettono erba sintatica per dare la possibilità ai piloti che sbagliano e vanno larghi di rialzare la moto e di restare comunque in piedi. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 27 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: userpercaso

    atto doverosissimo. La rabbia però sta nel fatto che NON si soccorre così un pilota, come con Kato, lo han preso alla rinfusa e portato in fretta e furia fuori dalla pista come un sacco di patate!! Quello è inciampato perchè quei pirla di organizzatori NON hanno subito esposto la bandiera rossa! Non si scaraventa un pilota su una barella a cucchiaio che, rammento, si apre in due proprio per agevolare e limitare quanto più possibile danni alla colonna vertebrale, come hanno fatto.. Senza dubbio la situazione era già compromessa, ma cristo santo se sei addetto ai soccorsi, fallo con tutti i crismi! In strada la rianimazione avviene direttamente sul posto, qua invece han messo le balle di paglia con la scritta doctor, pure al rovescio…e a quanto ho visto, sembravano del tutto nel pallone! In ogni caso ho rivisto al rallentatore la sequenz e ho notato: 1) Tomizawa cade perchè la moto scivola sul CORDOLO, NON ha toccato l'erba sintetica 2) De Angelis lo prende sul collo e presumo glielo spezzi (incolpevolmente sia chiaro..). 3) Redding gli passa sopra… In generale da una botta del genere nessuno se la caverebbe, la sfugaha voluto che fossero tutti attaccati. Il fato ci ha messo il suo. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 28 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: thelonegunman

    Premetto che non ho visto l'accaduto in diretta e mi baso solo sulle fotografie e sui filmati visti su YouTube. Premetto anche che mi occoupo di emergenza extraospedaliera ormai da 23 anni, quindi, pur non essendo un medico, credo di avere le idee abbastanza chiare su cosa vada o non vada fatto. Detto cio: 1) La prima regola fondamentale del soccorso prevede che per prima cosa si debba proteggere il ferito e i soccorritori. La logica avrebbe voluto che la rianimazione e il tentativo di stabilizzare il paziente andasse fatto sul posto, operazione possibile solo se le moto sono ferme. cercando di mettermi nei panni di chi dirigeva i soccorsi forse è per questo che è stato deciso di spostarlo. 2) Da quello che vedo io la barella a cucchiaio è stata usata eccome: nella foto ce ne sono addirittura due, una in mano a un addetto e l'altra sotto al povero Tomizawa. C'è anche da dire che la barella a cucchiaio ormai sta cadendo in disuso sui traumi, sostituita dalla tavola spinale, molto più pratica ed efficiente. Tanto per dirne una l'uso corretto della barella a cucchiaio in questa situazione è estremamente difficoltoso a causa della ghiaia, probabilmente questo è il motivo per cui il pilota è stato sollevato e non caricato correttamente. 3) Il paziente va SEMPRE STABILIZZATO A VEICOLO FERMO! Non è possibile stabilizzarlo con l'ambulanza in movimento, ve lo garantisco io. Se l'autista si mette a correre quelli dietro non riescono a fare nulla, sballottati come sono da una parte all'altra. Quindi, probabilmente, quello che è successo è stato questo: fatta la rianimazione a bordo pista, hanno visto che il pilota non si riprendeva, quindi hanno scelto di usare l'ambulanza a bassa velocità per poter continuare le manovre di rianimazione, unica soluzione possibile per arrivare all'ospedale. #22: ti garantisco che tra l'amulanza e l'ospedale c'è tanta differenza, fidati… 4) La caduta del soccorritore è indice, a mio avviso, di precipitazione e forse anche di poca professionalità (in queste situazioni chi soccorre deve cercare di rimanere calmi il più possibile, se non ci riesci non è il tuo mestiere, senza cattiveria…), ma di sicuro non ha causato la morte del pilota: quando ti passano sopra in due a 240 all'ora non ci sono santi che tengano, il povero Tomizawa aveva con ogni probabilità delle lesioni interne gravissime dovute allo schianto. 5) Per finire, la procedura corretta doveva essere: a) bandiera rossa e contemporaneamente ingresso dei soccorritori in pista; b) stabilizzazione del paziente (o tenativo) sul posto; c) ingresso dell'ambulanza in pista e caricamento del paziente; d) trasporto al centro medico del circuito con prosecuzione delle manovre di supporto vitale; e) trasporto all'ospedale con il paziente stabilizzato (o in una situazione il più possibile vicina alla stabilizzazione). Questo è il mio pensiero. Non commento quanto fatto dagli altri piloti e dai tifosi, perché credo che sia superfluo. Un saluto a tutti. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 29 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: davide-52

    scusate ma voglio raccontarvi la mia esperienza, non è vero che tutti i socorritori sono medici, la maggior parte, e per maggior parte dico il 95% di chi è li a bordo pista pronto con le barelle, è un volontario… Vi dico davvero, io lo faccio al mugello in occasione di svariati trofei, coppe e coppette. Abbiamo fatto solo un corso di sei ore sul primo soccorso. Nei trofei minori e non dico il campionato del mondo i medici non ci sono quasi mai, c'è però sempre un autoambulanza privata pronta a trasportarti al più vicino ospedale. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 30 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: rospo77

    #28 se leggi bene il mio post c'è scritto appunto che l'ambulanza NON è attrezzata come l'ospedale, ribadisci il mio concetto. di barelle a cucchiaio ce ne saranno pure due, ma se non usate correttamente non hanno nessun effetto e mi spiego…che tu una barella di quel tipo la porti in pista con le due parti già chiuse e ci "butti" il ferito sopra, lo scopo per il quale quella barella è stata fatta viene meno. detto questo chiariamo un punto: come dici tu il soccorso, e questo è l'A B C, va fatto sul posto, ma NON spostandolo perchè le moto erano in movimento, ma NEL PUNTO IN CUI SI TRVA IL FERITO fermando l'elemento di percolo che in quel caso erano le moto! La ghiaia rendeva più difficile le manovre? A maggior ragione NON SI DOVEVA spostare il ferito e possibilmente FAR ARRIVARE L'AMBULANZA dove si trovava il ferito! E tornando allo spunto precedente l'ambulanza si affretta ad arrivare dove deve essere portato il pilota, se sono in corso manovre sta ferma, ma sicuramente non cammina così come ha fatto domenica perchè allora non ha senso! E così torniamo al punto di partenza; se il ferito è fermo a terra, se lo si deve spostare se ne accertano prima le condizioni non lo si sposta a priori e per farlo si ferma ciò che può provocare pericolo: le moto! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 31 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: thelonegunman

    #30: hai ragione sul discorso ambulanza, avevo letto male il post. Certo che, come ho scritto anch'io la procedura corretta prevede come prima cosa la bandiera rossa e l'arresto della corsa, se questo non accade (e qua la colpa è della direzione gara, non ci sono dubbi…) chi deve soccorrere deve decidere in pochi secondi il da farsi, il personale presente ha optato per lo spostamento del ferito, scelta discutibile, anche se facciamo presto a parlare noi che siamo qua, quando ti trovi in quella situazione la storia è diversa. Per quanto riguarda l'uso (errato in questo caso) della barella a cucchiaio, ti sottolineo che sulla ghiaia è impossibile utilizzarla correttamente (cosa fattibile solo su un piano liscio e rigido, un'altra buona ragione per usare la tavola spinale al suo posto) e poi c'è da fare un'altra considerazione: se quando arrivi e fai una rapida valutazione del paziente ti accorgi che ha dei problemi alle funzioni vitali (respiro e battito cardiaco) questo ha la priorità: cioé TE NE FREGHI DELLA SUA SPINA DORSALE! E' brutto da dire, ma ci sono delle priorità e il supporto alle funzioni vitali di base viene SEMPRE PRIMA DI OGNI ALTRA COSA! Quindi è lecito anche buttarlo sulla barella a cucchiaio in maniera scorretta, meglio vivo con la spina dorsale rotta che morto. Forse a chi non lavora nell'ambiente questi concetti risultano un po' duri da digerire, lo capisco, ma se ci pensi a mente fredda vedrai che hanno un senso. Saluti Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 32 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: dars

    @31 Non voglio essere polemico ma voglio solo fare una considerazione. Tu lavorerai nell'ambiente, quindi sei sicuramente più preparato di me, ma il discorso delle priorità vale fino ad un certo punto, se il povero Tomizawa aveva dei danni alla spina dorsale nella zona del collo (mi pare che De Angelis sia passato tra lo sterno e la testa) il fatto di averlo caricato malamente su una barella potrebbe averlo ucciso. Il problema di fondo sta nel fatto che secondo il mio punto di vista la direzione di gara nel vedere il tipo di incidente, un pilota fermo in mezzo alla pista e perchè non anche la possibilità di avere detriti in traiettoria doveva immediatamente esporre la bandiera rossa senza aspettare nessuna comunicazione da parte dei medici. E' brutto da dirsi ma la priorità principale è fare partire in orario la MotoGp. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 33 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: thelonegunman

    #32:Credo che nessuno possa mettere in dubbio che il principale colpevole di quanto accaduto sia la direzione gara, mi sembra che lo abbiamo detto tutti. Il tuo ragionamento fila, ma non con quello che ho detto io: ho detto che ci può stare il caricamento in quel modo DOPO AVER VERIFICATO LE CONDIZIONI DEL PAZIENTE: mi spiego meglio: tu arrivi, lui non respira e ha il cuore fermo, a quel punto è lecito. Non, ovviamente in caso contrario. Se il paziente non è cosciente, non respira e ha il cuore fermo, ti garantisco che più danni di quelli che già ha è difficile farne caricandolo così… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 34 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: Mat9704

    #rospo77 L'ABC del soccorso, che sia prestato ad un paziente traumatizzato o non, prevede come primissima cosa LA SICUREZZA DELLO SCENARIO DI INTERVENTO, quindi se la scena non è sicura i soccorsi non vanno iniziati sul posto, ma bensì in luogo ritenuto sicuro (il più vicino possibile) e/o a seguito di aver reso la scena sicura (es. se c'è un incendio finchè non spento non si interviene). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 35 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: thelonegunman

    #34: mi sembra che tu sia riuscito a condensare in due righe il concetto fondamentale… Sottoscrivo in pieno (era quello che avevo cercato di spiegare, ma non credo di avere le tue doti di sintesi…) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 36 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: ivo_1

    l'inchiesta è doverosa. mi fanno paura gli imbec++++ che parlano di PM che vogliono farsi vedere in televisione, forse perchè la loro cutlura si ferma proprio alla televisione e non si sono mai informati veramente è chiaro che a nessuno verrà in mente di rinviare a giudizio il barelliere perchè è inciampato si dovrà vedere se era possibile soccorrere meglio il pilota, se la corsa andava fermata. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 37 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: madraffa

    @rospo77 Se c'è uno che dice cavolate questo sei proprio tu. Non è assolutamente vero che il malato va per forza soccorso sul posto, se c'è una situazione di pericolo DEVE ESSERE SPOSTATO E MESSO IN SICUREZZA. Se hai un malato in arresto cardiaco in una casa in fiamme cosa fai? Aspetti che l'incendio sia spento per soccorrerlo sul posto o lo fai tirare fuori dai pompieri e poi lo soccorri? Dai per piacere, se non sai le cose, non voler avere ragione! E sopratutto non dire agli altri che dicono bestialità, quando sei proprio tu a dirle. Poi come ha spiagato bene theloneguneman, che si vede che è una persona con esperienza e che ha le conoscenze per poter parlare con cognizione di causa, in medicina si agisce secondo il rapporto di rischio/beneficio. Cioè se uno sta morendo, di una frattura vertebrale non te ne frega niente. La prima cosa è sempre salvargli la vita. In fine l'ambulanza andava piano proprio perchè doveva essere continuata la rianimazione evidentemente, altrimenti puoi correre quanto vuoi, ma in PS ci arrivi col paziente già deceduto. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 38 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: thegas

    già la motogp è noiosa e l'organizzazione mafiosa, ora questa è la goccia che fa traboccareil vaso. guido le moto in strada ed in pista, ma posso tranquillamente fare a meno di questo "spettacolo". dove girano tanti soldi girano solo persone con la faccia di me.r.da che se ne fregano di tutto. w le domeniche libere per andare in spiaggia. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 39 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: madraffa

    #32 In questa situazione al 99% la morte è avvenuta per emorragia interna. Capisco che nell'immaginario collettivo ci sia il soccorso standard, con collarino e barella spinale messa accuratamente sotto il malato, ma in questo caso il ragazzo era stato investito da due moto ad oltre 200km/h ed era stato sballonzolato come una marionetta. L'averlo caricato bruscamente sulla barella è niente in confronto a quello che gli era successo, e non può aver creato maggiori traumi rispetto a quelli che erano già presenti. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 40 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: paolo0101

    x ivo_1 Io parlo di PM che vogliono farsi vedere perché è così. Mia mamma è morta per postumi di un incidente stradale, (era in motorino ed è stata investita da un'auto) ma nessun PM ha aperto nessuna inchiesta per vedere se i soccorsi erano stati fatti bene o meno. Mica parlano di te se ti occupi di settantenni anonimi. PS Imbec… te lo puoi pure tenere. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 41 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: leor1

    1) il Pm evidentemente non ha di meglio da fare che perdere tempo dietro a una tragica fatalità non evitabile (protagonismo) 2) la gara andava fermata se non altro per rispetto ma oggettivamente avevano liberato la pista molto rapidamente 3) il povero Tomizawa è morto subito con una botta del genere penso che sia stata praticamente istantanea "vedi ambulanza che se ne andava con calma" 4) i soccorsi sono stati un po "bruschi" ma sono state carezze rispetto alla botta ricevuta 5)la notizia della morte alle 14:20 è stata data per motivi mediatici sia per avvisare la famiglia che per lasciare tranquilli i piloti della motogp La mia personale impressione è che sia un po un grande circo e che ci sia stato poco rispetto ma non credo che ci sia una giusta da fare in queste occasioni bisogna sperare che non suddeda mai ma il motociclismo è uno sport perricoloso si sa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 42 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: desmo3

    comunque ora parlare di cosa si sarebbe potuto o dovuto fare è totalmente inutile.. resta il fatto che per quanto mi riguarda la direzione gara se n'è altamente fregata che un ragazzo di quasi 20 anni stava perdendo la vita.. mi dispiace dirlo ma secondo me il vero colpevole è chi non ha interrotto la gara.. doveva essere fatto a priori per permettere ai soccorritori di poter operare al 100% delle loro possibilità! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 43 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: ciarlond

    pilota a terra inanimato = bandiera rossa Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 44 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: ivo_1

    sembra che un PM che faccia il suo lavoro sia per forza per farsi vedere in televisione. a me pare che le ipotesi di reato ci siano, poi se ci sarà un rinvio a giudizio per qualcuno si vedrà poi, ma comunque dopo l'apertura di una inchiesta. l'incidente era grave e si dovevano mettere i soccorritori nelle migliori condizioni e questo mi pare che non si sia fatto. come hanno detto prima di me: "pilota a terra inanimato = bandiera rossa" senza contare che di pilota messo poco bene poteva anche essercene un altro sembra che leor1 riceva le autopsie via sms, e abbia saputo subito quando è morto il pilota. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 45 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: ivo_1

    desmo3: "resta il fatto che per quanto mi riguarda la direzione gara se n’è altamente fregata che un ragazzo di quasi 20 anni stava perdendo la vita.." verificarlo è proprio il lavoro dei giudici… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 46 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: tycoon747

    ho letto questo <a href='http://codice71.blogspot.com/2010/09/domenica-ore-1236-muore-tomizawa-e-la.html' rel='nofollow'>http://codice71.blogspot.com/2010/09/domenica-ore-1236-muore-tomizawa-e-la.html</a> Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 47 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: kido

    A ragà c è poco da dire, i commissari dovevano segnalare l incidente e mettere le protezioni attorno al pilota, la gara sarebbe stata fermata immediatamente ed i medici lo dovevano rianimare sul posto…ed evantualmente portarlo via in un secondo momento….Forse nel suo caso sarebba cambiato poco ma in un altro caso avrebbe potuto significare la differenza tra la vita e la morte o la sedia a rotelle….quindi hanno sbagliato tutti ed è giusto che si sia aperto un inchiesta…anche se non ci sarà il colpevole per lo meno servirà a far luce su gli eventuali errori da non commettere più… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 48 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: motogio

    sono anche io convinto che la bandiera rossa andava immediatamente esposta. Daltronde per i piloti ci sono molti modi per tornare ai box a misano, anche attraverso le stradine interne alla pista. Quindi si poteva svuotare subito il percorso, con le opportune segnalazioni dei commissari. Nello stesso tempo va anche fatta una considerazione di ordine pubblico. Non è facile gestire circa 100.000 persone che seguono l'evento. Non bisogna provocare panico, agitazione o allarmismi, per evitare che le folle causino disastri. Quindi tempestività, altoparlanti, videowall, tutto deve collaborare. E in pochi secondi non è facile. Ribadisco, ancora, che una bandiera rossa era dovuta e avrebbe aiutato la situazione sul momento. Gli sviluppi successivi sarebbero dovuti essere gestiti con delicatezza e competenza. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 49 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: rospo77

    #37 Non cerco ragione a tutti i costi, ma fai degli esempi imbarazzanti: non puoi fare un paragone tra questo incidente e un ferito dentro uno stabile in fiamme, il fuoco non è senziente, non gli puoi chiedere di fermarsi, LE MOTO SI! Ai piloti, se non dovessi saperlo, basta una bandiera rossa per capire che non è più il caso di correre. E puoi così eseguire i primi soccorsi in loco e in ambiente messo in sicurezza, dai non è difficile arrivarci. #31 effettivamente non avevo valutato quell'aspetto, perchè, forse superficialmente, davo per scontato che assenza di battito cardiaco equivaleva a morte.ma non sempre è così allora il fatto di averlo "sbattuto" sulla barella assume forse un altro significato. #34 vale l'esempio di prima #32 ero pienamente d'accordo con te, ma forse non abbiamo valutato quello che ha detto thelonegunman e cioè che effettivamente i segni vitali di Tomizawa erano così critici che la spina dorsale passava in secondo piano, per il resto del tuo post continuo a concordare con te: l'impressione è che la priorità fosse non ritardare le gare. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 50 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: IsabellaG

    thelonegunman - 07 set 2010 - 10:09 - #28 +1, te lo sei meritato. Che tu sia medico o paramedico sono parole sacrosante di chi ha anche solo un minimo di esperienza e buon senso, che a molti manca a quanto pare… Aggiungerei, non ho visto l'episodio specifico come te, che fare rianimazione gia' e' difficile in un pronto soccorso con adeguate strutture e attrezzature figurarsi sul luogo o in ambulanza. Ma il mezzo era adeguato? Avevano i giusti presidi e le dotazioni sanitarie ovvero era un mezzo di soccorso avanzato? Mio padre da militare guidava le ambulanze e me ne ha raccontate tante! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 51 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: IsabellaG

    Proteggere, avvertire, soccorrere: chissa' quanti che qui che pontificano conoscono almeno queste basi? Si fanno alla scuola guida, ma seconde me se ne fregano tutti. Una ripassata? <a href='http://www.aci.it/?id=75' rel='nofollow'>http://www.aci.it/?id=75</a> Magari ne viene fuori qualcosa di buono se qualcuno legge ed impara il minimo su come comportarsi, magari viene persino voglia di essere di aiuto a se e ai familgiari (se non gli estranei) facendo il volontario alla CRI o altra istituzione. Non mi piace come e' gestita la CRI ne l'AVIS (anche se sono da sempre una donatrice) ma pur di essere utile, ci si tura il naso. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 52 su Moto2: Aperta inchiesta sulla morte di Shoya Tomizawa

    Posted by: thelonegunman

    @IsabellaG: Mi occupo di emergenza extraospedaliera ormai da 23 anni, conosco questo settore abbastanza bene. Le ambulanze sono semplicemente di due categorie, tipo A (da soccorso) e tipo B (da trasporto). Le attrezzature presenti sulle ambulanze da soccorso sono grosso modo le stesse su tutte, l'unica cosa che cambia è che se a bordo c'è personale medico e paramedico si caricano anche le attrezzature per il cosiddetto Advanced Life Support, ovvero la rianimazione avanzata (attrezzature per intubare e defibrillatore manuale, i volontari hanno solo quello semiautomatico). Visto che c'era il medico penso che queste attrezzature ci fossero. Te ne potrei raccontare tante anch'io, 20 anni fa si facevano delle cose che, a pensarci oggi, fanno semplicemente inorridire. Per quanto riguarda il P.A.S. mi fa piacere che lo si insegni, di solito è la prima cosa che si insegna a chi si avvicina al soccorso e il mio ragionamento partiva proprio da lì, per prima cosa mettere in sicurezza la scena, il che significa che se le moto non si fermano si porta il paziente al sicuro. Poi possiamo discutere se la direzione gara ha fatto bene a non dare la bandiera rossa oppure no (secondo me è stato un errore…), ma questo esula dall'aspetto "sanitario" del discorso. Saluti. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Motoblog.it fa parte del Canale Blogo Motori ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.