Intervista a Loris Baz: "l'obiettivo è chiudere nella top 5"

Giovane, costante, veloce: Loris Baz è sicuramente uno dei piloti su cui scommettere per le prossime stagioni nel Mondiale Superbike.

Superbike 2013 - Donington Park - Box e Paddock

Loris Baz, pilota francese del team Kawasaki Racing Team nel Mondiale Superbike, è felice ma del resto perché non dovrebbe? Vent'anni compiuti da poco, team ufficiale e una stagione in cui al momento è quasi sempre andato a punti e ad Assen è riuscito a salire sul podio in Gara 2. E' il pilota più giovane del Mondiale e quest'anno ha anche vinto, con Grégory Leblanc e il pilota della Superstock Jeremy Guarnoni, il prestigiso Bol d'Or a Le Mans. Nonostante uno spettacolare incidente nella Tissot Superpole nell'ultimo round a Imola, dove si è procurato un paio di distorsioni, il pilota è riuscito ad arrivare a punti in entrambe le manche e ora è sesto in classifica generale dietro al pilota BMW Chaz Davies. Il Gp di Mosca si avvicina (21 luglio), ma il francese, in una recente intervista ufficiale ha dichiarato di essersi rimesso quasi totalmente dall'infortunio:

Come ti senti a livello fisico, dopo una spettacolare caduta nella Tissot-Superpole e due gare difficili ad Imola?

"Visto il volo direi che sto bene! Ho solo un'unghia rotta, due distorsioni - una al piede e l'altra ad un dito della mano - e tante contusioni e lividi. Le due gare sono state molto difficili perché avevo male ovunque, ma specialmente al dito, al piede ed alla spalla. Ho fatto del mio meglio per dimenticarmi del dolore, specialmente in gara 2. Vorrei ringraziare lo staff della Clinica Mobile per l'extra lavoro che gli ho causato lo scorso fine settimana."

Quanto è importante la piccola pausa prima del prossimo evento?

"E' decisamente importante, questo fine settimana rimarrò a riposo per far sì che il fisico recuperi, da settimana prossima tornerò ad allenarmi in maniera intensiva in vista della trasferta di Mosca.

Come giudichi la prima parte di stagione?

"Sono contento, siamo andati a punti in quasi tutte le gare (tranne quando sono stato buttato fuori da Chaz in gara 2 a Phillip Island), e questo era uno degli obiettivi di Kawasaki. Sono andato anche a podio in un'occasione e spesso ho lottato per un posto tra i primi cinque. Ora dobbiamo fare un piccolo passo in avanti per essere nelle condizioni di puntare alla top-3 con costanza, c'era la possibilità di farlo ad Imola ma la fortuna non è stata dalla nostra parte. Ci proveremo di nuovo a Mosca."

Com'è il feeling con la moto ora? E quali sono gli obiettivi per la seconda parte dell'anno?

"Sono molto felice, amo la ZX-10R e mi diverto molto alla guida, la squadra ha lavorato molto duramente per far sì che io mi sentissi a mio agio in sella. All'inizio abbiamo faticato con il feeling all'anteriore, ma ora credo che questo sia il nostro punto forte. Ora dobbiamo migliorare il feeling generale per poter fare un ulteriore passo in avanti, abbiamo da recuperare solo qualche decimo e nell'ultimo test siamo riusciti a migliorare molto. Ora dobbiamo semplicemente mettere il tutto assieme in gara, io darò il massimo per restare coi primi e per chiudere la stagione al quinto posto."

  • shares
  • Mail