Nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.5 km/h (159 mph)

Scritto da: -

Il nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.497 km/h, equivalente di 150.059 miglia all’ora, è stato realizzato da
Jeremy Cleland con un la Superbike elettrica Mission One ad emissioni zero.

Il nuovo record nazionale AMA è stato realizzato sul lago salato di Bonneville il 1° settembre scorso. Che sia davvero iniziata, come recita lo slogan nel video, la nuova era della Superbike?

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.5 km/h (159 mph)

    Posted by:

    Una moto elettrica a parità di potenza rompe il sedere ad una moto a benzina grazie all'enorme coppia disponibile da subito. Dopo quello che le moto elettriche hanoo fatto vedere al TTXGP gli scettici di questa motorizzazione si sono dovuti ricredere, anche la Fim ha deciso di fare un campionato per queste moto dal 2010. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.5 km/h (159 mph)

    Posted by:

    bel risultato… il futuro sarà sicuramente verso queste direzioni… il problema però è… ok 241 km orari.. ma con queste prestazioni che autonomia potrà mai avere prima di scaricarsi?? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.5 km/h (159 mph)

    Posted by:

    già mi vedo la moto elettrica SONY PSR1… Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.5 km/h (159 mph)

    Posted by:

    1: peccato che con un serbatoio di 20 litri una r1, anche con un pessimistico 10 km per litro fa 200 chilometri, una moto elettrica con 120 kw o quel che sono 180 cv se fa 50 km è tanto Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Nuovo record di velocità per una moto elettrica, 241.5 km/h (159 mph)

    Posted by: KirkMichael

    vedrete che riusciranno ad aumentare l'autonomia, a diminuire i tempi di ricarica e queste, signori, saranno le moto che cavalcheremo nel futuro prossimo. Rassegnatevi. Vi basti pensare ai radiotelefoni degli anni 80 quelli che per funzionare da portatili dovevano avere una valigetta a parte con batteria e avevano scarsa autonomia e pensate, poi, ad un qualsiasi cellulare moderno con funzioni assurde, durate stratosferiche e misure ridottissime. E' solo questione di tempo… Scritto il Date —