La Polita lascia la rianimazione: "Non lasciatemi sola"

La riabilitazione per prepararla ad affrontare la nuova vita durerà altri tre o quattro mesi, ma Alessia sta meglio ed è in piena attività.

Alex Polita, fratello di Alessia, dopo l'incidente di Misano Adriatico del 15 giugno scorso, ha costantemente tenuto aggiornato tutti sulle condizioni e soprattutto sui miglioramenti della sorella. Ora Alessia sta meglio e finalmente ha lasciato il reparto rianimazione, anche se la sua riabilitazione la impegnerà per altri tre o quattro mesi, in cui la 27enne di Jesi si preparerà ad affrontare la sua nuova sfida. Alessia ha un carattere forte e non è certo una che si arrende facilmente: sta già lavorando al suo nuovo progetto Lady Polita Onlus, l'associazione voluta da lei e dai famigliari e non ha intenzione di fermarsi lì. La pilota ha rilasciato una recente intervista al Corriere Adriatico dove parla del suo incidente, anche se, comprensibilmente, i ricodi sono pochi e vaghi:

“So solo che è rimasto incantato il gas in una curva dove gli spazi di fuga non c'erano o comunque erano ridotti. Penso, al di là di tutto, che era scritto. Forse era destino che mi dovessi fermare. Potevo essere in bici, al mare o in moto, sarebbe stato lo stesso. Faccio uno sport ad alto rischio, su tantissimi piloti, uno o due all'anno rischiano di farsi davvero male come me era scritto”.

A starle vicino, oltre alla famiglia, anche il fidanzato, il pilota Eddi La Marra:

“Volevo il matrimonio fra tre o quattro anni, avrei voluto mettere l'abito bianco e avere anche dei figli. Ormai è un sogno storpiato”

Il caso ha voluto così e pensare che Alessia era stata in forse nel pre-stagione:

"Ho pensato di lasciare il motociclismo, avevo qualche titubanza negli ultimi periodi quando salivo in moto. Pensavo di fare uno stop perché l'anno era quello che era, i soldi non c'erano. Avevo pensato di seguire il mio ragazzo, per non lasciare direttamente il mondo delle corse, ma non ho fatto in tempo, il destino mi ha preceduta nel mondo peggiore".

Ora deve affrontare tutto daccapo e prepararsi a una vita diversa, dove le persone care e gli amici veri avranno un ruolo fondamentale:

"Si sono tutti ricordati di me solo adesso, i riflettori si sono accesi sul fatto che Alessia Polita resterà paralizzata e non prima quando conquistava il podio. E' così triste. Oltre a un grazie di cuore, vorrei dire ai veri amici di farsi avanti. Non lasciatemi sola, ora più che mai ho bisogno di voi. Devo trovare nuovi obiettivi e nuove cose da fare. Sono una che difficilmente riesce a oziare, devo stare sempre in attività”.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: