MotoGP e Coronavirus: supporto finanziario ai team

Dorna conferma che i team non ufficiali del Motomondiale riceveranno "un considerevole anticipo" per superare l'attuale emergenza sanitaria

Il blocco delle corse imposto dalla pandemia del Coronavirus, inevitabilmente, ha messo finanziariamente sotto pressione diverse squadre del Motomondiale, ma a mettere la proverbiale "pezza" sulla situazione ci penserà Dorna, società spagnola organizzatrice del campionato, che oggi ha annunciato la fornitura di assistenza economica ai team indipendenti della MotoGP per "garantire il loro benessere".

La decisione, comunicata tramite il sito ufficiale del Motomondiale, coinvolge anche i team delle classi minori Moto2 e Moto3 ma non i team ufficiali, che ovviamente possono fare affidamento sulla fabbrica di riferimento per il necessario supporto economico. L'obiettivo sarebbe inoltre quello di garantire delle griglie piene di piloti quando sarà possibile riprendere le ostilità.

In seguito all'accordo raggiunto tra la FIM e gli azionisti di Bridgepoint Capital e CPP Investments, le squadre in questione riceveranno quindi "un considerevole anticipo" relativamente ai mesi di Aprile, Maggio e Giugno, la cui erogazione non dipenderà dall'eventuale ripresa del campionato. Le cifre in ballo, ad ogni modo, non sono state per ora rivelate.

L’International Road-Racing Teams Association (IRTA, l'associazione dei team) avrebbe inoltre già effettuato i pagamenti alle compagini di Moto2 e Moto3, anche se ulteriori misure di supporto per le classi minori potrebbero essere adottate in seguito, a seconda degli eventi.

Dopo il rinvio, annunciato ieri, del GP di Francia, inizialmente programmato per il weekend del 17 Maggio, il primo appuntamento del calendario è diventato il GP d'Italia del Mugello, "molto provvisoriamente" ancora in calendario per il weekend del 31 Maggio.

  • shares
  • Mail