Il progetto RD350 Tribute vince il contest Yamaha Back to the Drawing Board

Idea di qualità, fattibilità concreta e capacità di valorizzare ulteriormente il modello: Ugo Coppola vince il contest Yamaha Back to the Drawing Board con il progetto RD350 Tribute

yamaha_rd350-tribute_xsr700

Il vincitore italiano del contest Yamaha Back to the Drawing Board è Ugo Coppola, con il fantastico progetto RD350 Tribute, realizzato sulla base della fortunata naked dal sapore vintage XSR700.

Ugo Coppola, rappresentante italiano nel progetto europeo, ha dichiarato:

"Come proprietario di una XSR700, ho sempre sognato di creare la mia custom. Ho usato molte parti originali di vari modelli Yamaha. Sono stato ispirato da una vecchia Yamaha RD350 del 1972, con livrea arancione e nera e ho immaginato come potesse fondersi con una XSR700"

Per realizzare questo progetto, Ugo ha sondato il campo, rimanendo esclusivamente in casa Yamaha. Così, ha preso lo sterzo dalla naked bicilindrica MT-07, meno piegato rispetto all'originale della XSR, e ancora i copri forcella. Faro anteriore e gruppo ottico posteriore derivano dalla SCR950, mentre specchietti, sella e portatarga sono della XJR1300. Il supporto per la targa è preso il prestito dalla tre cilindri MT-09, riposizionando poi scarico basso e frecce.

Il progetto segue le linee guida tracciate dagli organizzatori del contest: l'idea di qualità e la fattibilità concreta sono state premiate dal brand giapponese, nonché la capacità di valorizzare ulteriormente il modello.

Il progetto ideato da Ugo Coppola e vincitore di Back to the Drawing Board sarà realizzato da Garage 221, il miglior customizzatore di Roma, eletto durante l'evento Faster Sons XT Tribute.

  • shares
  • Mail