Moto da 300 a 400 cc: ecco la top 10

Si tratta di moto facili, alla portata di tutti, solitamente dalla sella dall'altezza moderata, dal motore regolare e godibile anche dai meno esperti e dai segmenti più disparati, per tutti i gusti. Ma quali sono i modelli più interessanti?

moto-300-400-top-10

E dopo le precedenti selezioni che riguardavano le moto depotenziate per neopatentati, guidabili con la sola patente A2, e le tanto desiderate maxi enduro, ecco la top 10 delle moto comprese fra i 300 e i 400 cc che, nella fase di ripresa dopo il lockdown, la cosiddetta "Fase 2", potrebbero rivelarsi una vera e propria salvezza per le Case costruttrici.

Il mercato delle due ruote, potrebbe ripartire proprio dalle piccole cilindrate: economiche, facili e versatili. Poi, con i giovani sempre più interessati alla mobilità su due ruote (anche per via delle restrizioni al traffico adottate dalle città) e con l'aumento della quota rosa in sella, i listini moto sono più completi e interessanti che mai.

Si tratta di moto alla portata di tutti, solitamente dalla sella dall'altezza moderata, dal motore regolare e sfruttabile anche dai meno esperti e dai segmenti più disparati, per tutti i gusti. Ma quali sono i modelli più interessanti?

benelli-302s

Design moderno e Made in Italy, telaio a traliccio ben in vista e un bicilindrico da 300 cc e 38 cv a spingere la piccola naked Benelli 302S. Davanti un doppio freno a disco, una forcella a steli rovesciati da 41 mm e un mono-ammortizzatore regolabile al posteriore. Il tutto rende questa naked agile, sicura e divertente. Servono 3.990 euro per portarla a casa ed è la più economica della selezione.

Il secondo modello proposto è la tuttofare di Monaco di Baviera, BMW G 310 GS: spinta dal monocilindrico capace di erogare 34 cv, condivide telaio e, appunto, motore, con la sorellina naked, ma cambia radicalmente esteticamente e nella ciclistica. Sospensioni ben dimensionate dalla lunga escursione e cerchi da 19" all'anteriore e 17" al posteriore, per affrontare ogni tipo di terreno senza difficoltà. Lo stile lo eredita dalle regine delle maxi enduro, F 850 Gs ed R 1250 GS, con il caratteristico becco e la posizione di guida rialzata e comoda. BMW G 310 GS è proposta al prezzo di 6.150 euro.

Procedendo in ordine alfabetico, troviamo la piccola Ducati Scrambler 400. È raffreddato ad aria il bicilindrico da 399 cc che eroga 41 cv e condivide con la Scrambler 800 il carattere. Ridimensionata, invece la ciclistica: singolo disco da 320 mm davanti, una forcella tradizionale e una ruota posteriore ridotta ad una larghezza di 160 (180 per la versione 800). La sella è bassa e alla portata di tutti e la linea snella la rende perfetta per gli spostamenti cittadini. Ducati Scrambler 400 è proposta a 7.940 euro.

Direttamente da Treviso arriva l'elemento fuori quota: Fantic Caballero 500! La flat track capace di rilanciare un brand storico e affascinante è spinta da un monocilindrico da 449 cc e 44 cv e ha un look ricercato e dal sapore racing. Tre le versioni proposte da Fantic: 125, 250 e 500. Abbiamo scelto la 500 perché, non solo guidabile già a 18 con la sola patente A2, ma risulta sempre facile, gestibile e dalla ciclistica di buon livello. Il prezzo per portare a casa Fantic Caballero 500 è di 6.590 euro.

Ci spostiamo verso il Sol Levante, con Honda CB300R. Segue le linee tracciate dalle sorelle maggiori e si presenta come una piccola cafe racer, dallo stile Neo Sport Cafè, adatta a tutti: il monocilindrico da 286 cc e che eroga 31 cv, garantisce prestazioni di buon livello e consumi veramente contenuti. Gode di una piattaforma inerziale IMU, impianto luci full-LED e display a colori. Il prezzo di vendita è di 5.190 euro.

Nata sulla base della austriaca KTM Duke 390, la stilosa Husqvarna Vitpilen 401 conquista un posto nella nostra selezione per il look, per il motore da 44 cv pronto a divertire anche i piloti più esperti e per una ciclistica da fare invidia a modelli ben più potenti e costosi, in grado di garantire puro piacere alla guida. Più rude, ma altrettanto affascinante, Husqvarna Svartpilen 401. Per portare a casa le due fascinose Husky, servono 5.790 euro.

K per Kawasaki. Piccola nella cilindrata, ma capace di garantire divertimento e versatilità: è Versys-X 300, la sorella minore della famiglia crossover delle "verdone". È spinta dal monocilindrico da 296 cc in grado di sprigionare 40 cv di potenza massima e si affida ad un anteriore da 19" per affrontare ogni tipo di avventura. Kawasaki la propone in tre versioni: la standard, la Urban e la Adventure. I prezzi partono da 5.890 euro.

Ancora in casa Kawasaki troviamo la sportiva Ninja 400: a spingerla un bicilindrico da 399 cc e 45 cv di potenza massima. Si presenta da grande, con frizione anti-saltellamento, impianto luci LED e ABS. Nel listino moto è affiancata dalla versione naked, la Z400 che imita in tutto e per tutto le grandi best seller di Akashi. I prezzi partono da 6.290 euro per la sportiva, mentre per la naked servono 5.590 euro.

Rimaniamo alla lettera K, con la KTM 390 Adventure, presa in prestito dalla precedente selezione di maxi enduro per tutte le tasche. KTM la propone in versione base, con cerchi da 19" davanti e 17" dietro, e in versione R, con il 21" all'anteriore e il 18 al posteriore. Il pacchetto elettronico è da grande ed è spinta da un monocilindrico da 44 cv di potenza, supportato da una ciclistica eccellente, derivata direttamente della sorellone ben più costose. Per portare a casa KTM 390 Adventure servono 6.550 euro. Non prendiamo in considerazione la best seller di categoria, Duke 390, perché da questa base nascono le naked di Husqvarna, come già detto sopra.

Yamaha presenta la nuova MT-03

Filosofia Dark Side of Japan per la Yamaha MT-03: eredita le stesse linee muscolose della sorella tre cilindri, uno dei modelli Yamaha più venduti di tutti i tempi, ma è mossa dal propulsore bicilindrico da 321 cc con bielle al carburo, pistoni forgiati e cilindri in Diasil per una migliore dispersione del calore e per ridurre le perdite di potenza. Vestite l'aggressiva naked e avrete la sportiva Yamaha YZF R3, praticamente la "piccola" R1 che partecipa anche al Campionato SSP300. Servono 5.490 euro per portare a casa la MT-03, mentre ne servono 5.790 per la supersportiva YZF R3.

  • shares
  • Mail