Sky Racing Team VR46 presentato a Tavullia

Il team degli italiani Marini, Bezzecchi, Vietti e Migno svela i suoi programmi sportivi per la sua settima stagione nel Motomondiale.

Si è svolta oggi a Tavullia la presentazione ufficiale dello Sky Racing Team VR46, squadra presieduta "in coabitazione" dal network televisivo Sky e dalla VR46 di Valentino Rossi che si appresta quest'anno ad affrontare il suo 7° anno nel Motomondiale dopo aver conquistato 18 vittorie, 47 podi e un titolo iridato in Moto2 con Francesco Bagnaia nel 2018.

Impegnato anche quest'anno nelle due classi minori, il team si affida ancora una volta a quattro giovani promesse della scuola italiana: il confermato Luca Marini e il neo-acquisto Marco Bezzecchi in Moto2, l'astro nascente Celestino Vietti Ramus e il "cavallo di ritorno" Andrea Migno in Moto3, rientrato nel team dopo 2 anni di assenza.

Come da rituale, nel corso della cerimonia presentata da Guido Meda sono state svelate le nuove livree delle moto: anche nel 2020, il colore dominante è il nero e i loghi della scuderia sono sempre in grande evidenza, abbinandosi ad inserti in "argento", "giallo fluo" e "Candy" metallizzato lucido, quest'ultimo scelto in sostituzione del blu cromato.

L'organigramma dello Sky Racing Team VR46 per il 2020 propone poche sostanziali novità rispetto allo scorso anno: il timone resta saldamente nelle mani del Team Manager Pablo Nieto, supportato da Luca Brivio nel ruolo di Team Coordinator e dall'ex-iridato 125 cc Roberto Locatelli come coach e riferimento per i piloti in rappresentanza della VR46 Riders Academy. In Moto2, Sergio Martinez è stato promosso capo-tecnico per Bezzecchi mentre il neo-arrivato Jairo Carriles si occuperà di Marini; in Moto3, il confermato Marco Urani seguirà Vietti e Danilo Angeli preparerà il rilancio di Migno.

Ed è stato proprio il boss Pablo Nieto a spiegare le aspirazioni della squadra da lui guidata, che schiererà di nuovo due KTM RC 250 GP in Moto3 si affiderà al rassicurante telaio Kalex per la Moto2:

"Come Team Manager di questa famiglia che ogni anno cresce sempre di più, sono orgoglioso di aver contribuito a mettere insieme una squadra di piloti capaci di impressionare, essere veloci, lavorare con costanza e professionalità. Ma anche di fare gruppo, scherzare, prendersi in giro e creare un’atmosfera di lavoro familiare e produttiva. Questi sono valori che condividiamo e per cui ci battiamo da sempre.

"Ripartiremo da qui per affrontare la nuova stagione e dimostrare il nostro reale valore con passione, determinazione, grande spirito di squadra e condivisione."

Dopo le 2 vittorie conquistate lo scorso anno in Thailandia e Giappone, Luca Marini è chiamato quest'anno a compiere un ulteriore salto di qualità che potrebbe proiettarlo tra i top-rider della categoria, anche se il 22enne marchigiano non si è lasciato andare a particolari proclami:

"Questo è sempre un momento speciale per un pilota: la nuova stagione è ormai alle porte, è tempo di tornare in pista e di rimettersi al lavoro. Sarà il terzo anno nel Team per me, il 2019 ha portato con sé molti cambiamenti tecnici, ho cercato di gestirli al meglio e di fare esperienza di tutte le situazioni."

"L'obiettivo è essere competitivi da subito, costanti e veloci in tutte le condizioni. Un progetto ambizioso che richiederà l’impegno di tutti e per questo sono felice di dividere il box con Marco."

La prossima stagione sarà cruciale anche per la carriera di Marco Bezzecchi, 21enne romagnolo in cerca di rivincite dopo l'opaco 2019 con il team Red Bull KTM Tech 3 nel quale ha racimolato due decimi posti come miglior risultato in gara.

Dopo il terzo posto con il quale aveva concluso il Mondiale Moto3 del 2018, nel quale si era affermato come uno dei giovani talenti italiani più promettenti, per il "Bez" è arrivato il tempo di raccogliere risultati con uno dei team più quotati del paddock:

"Entrare nella famiglia dello Sky Racing Team VR46 è un passo importante per la mia carriera e il mio futuro. Sono davvero felice. È uno dei Team di riferimento della categoria, un gruppo di lavoro di esperienza e di grandi professionisti, con una nuova moto che mi attende per riuscire a dimostrare il mio reale potenziale."

Celestino Vietti Ramus è certamente tra i piloti più attesi nella prossima stagione della Moto3. Lo scorso anno, alla sua prima annata completa nella classe cadetta, il 18enne piemontese è salito tre volte sul podio chiudendo 6° in campionato, risultati che gli hanno permesso di fregiarsi anche del titolo di Rookie Of The Year per la categoria.

Pur mantenendosi cauto nelle dichiarazioni, il giovane Vietti si è detto determinato a migliorarsi ulteriormente:

"Il 2019 ha segnato il mio vero debutto nel campionato. A inizio stagione ci eravamo posti degli obiettivi reali, ma allo stesso tempo ambiziosi. Grazie all’impegno e alla determinazione di tutti, li abbiamo centrati e adesso ripartiremo da qui lavorando sodo dalle libere per chiudere il race weekend in crescendo e fare la differenza in gara. Cercheremo di alzare sempre più in alto l’asticella!"

Quella che inizierà a Marzo con il GP del Qatar (clicca qui per il calendario del Motomondiale 2020) sarà la 6a stagione completa per il 23enne Andrea Migno in Moto3, un traguardo che ne fa ovviamente uno dei piloti più esperti in griglia. Il suo obiettivo è quello di dare sfruttare al massimo la sua esperienza per ripagare la rinnovata fiducia del team:

"Sono entusiasta di questo nuovo inizio, non sto più nella pelle. Manca davvero poco al primo test e all'inizio della stagione e il clima nel Team è pazzesco. Abbiamo tantissimo da fare da qui al Qatar, ma l’atmosfera è quella giusta. Voglio fare bene, dare il massimo e onorare questa bella opportunità."

  • shares
  • Mail